Maxi operazione antidroga dei carabinieri a La Storta: 5 arresti

0
975
romani

Ieri sera, mirati controlli antidroga dei Carabinieri della Compagnia Roma Cassia nelle zone di Prima Porta e La Storta, hanno portato all’arresto di 5 persone e al sequestro di centinaia di dosi di droga, tra cocaina, marijuana e hashish.

In via Cassia 1747, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia Roma Cassia hanno notato una coppia, lui 28enne e lei 26enne, entrambi romani, aggirarsi con fare sospetto in strada. Quando i Carabinieri si sono avvicinati per eseguire un controllo, il 28enne ha tentato la fuga ma è stato prontamente bloccato. Dopo averli trovati con alcune dosi di droga, i militari hanno deciso di ispezionare anche la loro abitazione, li vicino. Una volta giunti alla porta, i Carabinieri hanno trovato la madre del ragazzo che ha tentato di impedire loro l’accesso in casa. La signora, 55enne romana, è stata denunciata per resistenza a Pubblico Ufficiale. Perquisita l’abitazione, i Carabinieri hanno rinvenuto decine di dosi di marijuana e cocaina, pronte alla vendita, bilancini di precisione, materiale per il taglio e circa 3.000 euro in contanti, provento dell’attività illecita. Per la coppia sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 28enne, per la tentata fuga, dovrà rispondere anche di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Al chilometro 14 di via Flaminia, i Carabinieri della Stazione di Roma Prima Porta, unitamente ai colleghi del Nucleo Cinofili Carabinieri di Santa Maria di Galeria hanno arrestato tre cittadini egiziani, di 19, 21 e 27 anni, tutti senza fissa dimora e con precedenti, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale. Fermati per un controllo, i tre hanno aggredito i Carabinieri nel tentativo di evitare gli accertamenti, ma sono stati bloccati. In loro possesso, i Carabinieri hanno trovato decine di dosi di droga, tra hashish e cocaina, e oltre 300 euro, provento dello spaccio. I tre arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...