Roma, intascavano i risarcimenti di incidenti stradali: 4 indagati

0
288
Roma, intascavano i risarcimenti di incidenti stradali: 4 indagati insospettabili

I finanzieri del Comando provinciale di Roma hanno concluso una complessa indagine, delegata dalla Procura della Capitale, notificando l`avviso di conclusione delle indagini a quattro persone (due avvocati romani ed i rispettivi collaboratori) accusati di truffa ed appropriazione indebita aggravata a danno dei propri clienti, nonché per autoriciclaggio ed abusivismo finanziario.

Le indagini – svolte dal Nucleo di Polizia Tributaria della Capitale – sono partite dalla segnalazione di un`operazione bancaria sospetta: il tentativo, da parte di due rumeni, di prelevare in contanti circa 600.000 euro precedentemente ricevuti, tramite un bonifico, come risarcimento danni a seguito di un incidente stradale.

L`attività investigativa ha fornito alla Procura gli elementi necessari per disporre, in via d`urgenza, il sequestro preventivo della somma ed impedire il perfezionamento dell`anomalo prelevamento.

I successivi approfondimenti investigativi hanno consentito di accertare che i due avvocati assistevano i propri clienti (prevalentemente di nazionalità rumena) nella gestione dei risarcimenti per sinistri stradali.

I legali chiedevano preventivamente ai malcapitati il rilascio di apposite procure speciali, in modo da ricevere direttamente i risarcimenti erogati dalle compagnie assicurative ed ottenere la piena disponibilità delle cospicue somme.

Di queste, poi, soltanto una minima parte veniva consegnata ai legittimi beneficiari, ingannandoli sugli importi effettivamente risarciti.

Il denaro di cui gli indagati si sono illecitamente appropriati è stato in parte reimpiegato per elargire numerosi finanziamenti alla clientela, a titolo di anticipazione di potenziali risarcimenti per sinistri.

Complessivamente sono stati sottratti alle ignare vittime circa 1,8 milioni di euro, di cui circa 1,3 milioni oggetto di autoriciclaggio.

I 4 indagati dovranno rispondere anche del reato di abusiva attività finanziaria in quanto l`erogazione dei finanziamenti ai clienti è stata svolta in assenza di autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...

Sistema salvataggio coordinato, a Ladispoli torna “Estate sicura”

“Prevedere, prevenire, provvedere”: queste le parole chiave di  “Estate sicura- Ladispoli 2017”. Il sistema di salvataggio coordinato, grazie al progetto di sicurezza balneare affidato dal Comune all'associazione di Protezione Civile Dolphin onlus, sarà in...

Mafia capitale, condanne pesanti ma non viene riconosciuto il reato di mafia

Sentenza a sorpresa nell’aula bunker di Rebibbia, cade infatti per tutti i 19  imputati il 416 bis, ovvero l'accusa di associazione mafiosa del processo Mafia Capitale. Nonostante il teorema della Procura sia stato respinto...

Oltre 4 chilometri di coda in autostrada vicino Roma per incendio: chiuso un tratto

Sull'autostrada A1 Milano-Napoli, intorno alle ore 14.30, si è resa necessaria la chiusura del tratto compreso tra Ponzano Romano e l'allacciamento con la diramazione Roma Nord in entrambe le direzioni, a causa di un...

Spacciatore con oltre 8 chili di droga, una pistola e una villa a Zagarolo

8,5 kg tra hashish, marijuana e cocaina. E’ l’ingente sequestro di droga effettuato dalla Polizia di Stato a seguito di un’indagine lampo, scaturita da un controllo su strada. Sono stati gli agenti del reparto volanti della...
MAFIA CAPITALE SENTENZA

Mafia Capitale, per il Codacons processo condotto male. Attesa per la sentenza

Arriva oggi la sentenza per la vicenda “Mafia capitale”, un processo durato 20 mesi con centinaia di udienze che, tuttavia, riceve le nette critiche del Codacons. “Si tratta di un procedimento condotto male e da cui i...