Rubavano soldi, smartphone e portafogli: il blitz contro i “manolesta”

0
308

Per tutta la giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno intensificato la già massiccia quotidiana attività antiborseggio con ulteriori pattuglie in borghese a bordo dei mezzi pubblici della Capitale e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti. Decine le pattuglie messe in campo che hanno portato all’arresto di 8 persone, tutte straniere (tre cittadini peruviani, tre romeni, uno cileno ed un cittadino cubano), di età compresa tra i 20 ed i 65 anni. I “manolesta” sono stati sorpresi a rubare portafogli, smartphone, denaro contante ed effetti personali che, una volta recuperati, sono stati riconsegnati alle vittime, in gran parte turisti.

In particolare: in piazza San Pietro in Vincoli, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno sorpreso due cittadine romene, rispettivamente di 20 e 25 anni, mentre sfilavano il portafogli dalla borsa di una turista argentina.

Gli stessi Carabinieri, poco dopo, a bordo del bus 30, all’altezza di piazza Bocca della Verità, hanno arrestato tre cittadini peruviani ed uno cubano, di età compresa tra i 39 e i 65 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine, scoperti a rubare lo smartphone dalla borsa di un turista giapponese.

In via Luchino dal Verme, i Carabinieri della Stazione Roma Centocelle hanno arrestato un cittadino romeno di 45 anni, appena sceso dal bus 409, dopo aver sfilato lo smartphone ad un turista straniero.

Alla fermata della metro Re di Roma, un 54enne cileno, senza fissa dimora, è stato “pizzicato” dai Carabinieri della Stazioni Roma Via Vittorio Veneto a derubare una turista cinese del suo portafoglio.

In tutti i casi, i Carabinieri hanno recuperato la refurtiva, restituita ai proprietari.

Gli arrestati sono stati portati nelle varie caserme e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

Dovranno rispondere a vario titolo di tentato furto aggravato e furto aggravato.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...