Maltempo, disastro in provincia

0
63

Alberi caduti, tetti scoperchiati e qualche cartellone divelto. E’ il bilancio della notte di maltempo che si è abbattuta su Roma e provincia per il passaggio della perturbazione chiamata “Furia”. Oltre 100 gli interventi dei Vigili del fuoco che si sono concentrati, però, nelle zone di Anzio e Nettuno.

A Marino, poi, in via Antonio Vivaldi, a causa della pioggia, si è aperta una voragine di circa 20 metri quadrati. A Rocca di Papa un grande albero è caduto sulla strada di accesso nei pressi di un maneggio della zona del Vivaro. Problemi alle linee elettriche e telefoniche, che gli operatori stanno ripristinando in queste ore. Circolazione sospesa dalle 7.20 alle 9.10, per la caduta di un albero sulla linea di alimentazione elettrica, fra Lanuvio e Velletri, sulla linea ferroviaria Fl4. La mobilità è stata garantita da un servizio con autobus sostitutivi. Gli effetti: limitazioni di percorso per 4 regionali e ritardi fino a 15 minuti per tre convogli.

A risentire delle forti precipitazioni anche i fiumi, in particolar modo l’Aniene: nell’area della valle – si legge sul sito meteoweb – sono caduti ieri notte i quantitativi pluviometrici maggiori di tutta la regione, con punte di 50 mm presso Filettino e di oltre 30 mm a Trevi nel Lazio.

A Roma, invece, il temporale ha causato la fuoriuscita di acqua dai fognoli a Fontana di Trevi. Allagamenti, poi, si sono avuti sulla via del Mare, su via Tintoretto, via di Porta Capena, via Ferrari. Interessati anche i sottopossi della metro San Paolo, il sottovia Silvio d”Amico in zona Ostiense e il sottopasso ferroviario di Villa Bonelli.