Ritorna il mercato della Terra a Santa Maria delle Mole

0
64
slow food castelli romani

I sapori e i profumi della Primavera saranno i protagonisti del terzo appuntamento con il Mercato della Terra di Santa Maria delle Mole organizzato dalla condotta Slow Food di Marino e Castel Gandolfo con il patrocinio del Comune di Marino domenica 6 aprile dalle 9:00 alle 13:30 in Piazza Sandro Sciotti (S.Maria delle Mole –Marino).

 SPESA PULITA E GIUSTA – Come ogni prima domenica del mese sarà possibile fare una spesa buona pulita e giusta. Si potrà acquistare il miele dell’ Apicoltura Antica Praeneste e quello dell’Apicoltura Grazioli,  il vino della cantina Francesca Donati Cardone, i biscotti e la piccola pasticceria della Biscotteria Suljma, lumache da allevamento a ciclo naturale e ortaggi della Lumaca Castellana. Inoltre frutta e verdura dell’azienda agricola Antonella Neccia. Ma anche i formaggi di capra tra cui il Presidio Slow Food della Marzolina dell’azienda agricola La camosciata di Loris Benacquista. I formaggi di pecora e di mucca, il latte fresco  e lo yogurt dell’azienda agricola Faustini. Legumi, zafferano  e il presidio Slow Food della Roveja dell’azienda agricola De Nicolo. E poi le marmellate e le verdure sottolio dell’azienda agricola Carlo Noro, il pane originale di Lariano con farine proprie del forno Renzo Abbafati. I detersivi artigianali e biodegradabili del Sapone del Bianconiglio.

IL SUCCESSO – Dopo il grande successo dei mesi passati tornano anche i laboratori gratuiti rivolti a grandi e piccini.  Alle ore 10:30 laboratorio Allegro DecorUovo: Alessia Zamponi e Claudia Santoni aiuteranno i più piccoli a decorare le uova pasquali con coloranti vegetali e a realizzare un simpatico portauovo da portare a casa. A seguire il laboratorio Riccio e Volpe in pasta di sale organizzato in collaborazione con il circolo di LEGAMBIENTE “Appia sud – Il Riccio”. Alle ore 11:30 laboratorio per adulti Il quinto quarto: l’intruso d’eccezione con Marcello Pau e Alessia Zamponi che sveleranno i segreti per preparare un tradizionale piatto pasquale: la coratella con i carciofi. I posti sono limitati per cui è gradita la prenotazione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUEQUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]