Albano, preso anziano ladro di profumi in un negozio del centro

Colto in flagrante dagli agenti del locale commissariato di polizia. L'uomo sorpreso nel negozio di un cinese

0
274
polizia-montesacro-scuola

Preso con le mani nel sacco. E’ stato sorpreso ad Albano A.D., 64 anni cittadino romeno, sorpreso a rubare articoli voluttuari come profumi, batterie, cosmetici, ricambi per rasoi ed altro, all’interno di un negozio di Albano, gestito da un cittadino cinese. L’uomo, dopo aver fatto incetta della merce esposta sugli scaffali e tenuta nascosta all’interno delle tasche del suo giubbotto, ha oltrepassato la cassa convinto di averla fatta franca. L’uomo aveva infatti rimosso le bande antitaccheggio poste a tutela dei prodotti; ma in uscita l’allarme del congegno di controllo era scattato lo stesso probabilmente perché non tutte le bande di sicurezza erano state asportate.

BLOCCATO DALLA POLIZIA – Bloccato dal personale del negozio ‘uomo è stato preso in consegna dalla Polizia che sono prontamente accorsi e hanno trovato il sessantaquattrenne in possesso della refurtiva. Nel corso del primo controllo il responsabile del furto riferiva di essere ivi giunto a piedi, ma nel corso della perquisizione personale gli operanti trovavano addosso all’uomo la chiave di una BMW posteggiata nei pressi dell’esercizio commerciale e intestata al medesimo cittadino romeno. Il controllo anche del mezzo consentiva il rinvenimento di altri prodotti, sempre di genere voluttuario, del valore di svariate decine di euro, risultati anche questi sottratti all’esercente cinese ed al vicino negozio di articoli casalinghi. La merce trafugata veniva restituita ai negozianti che nel frattempo si erano portati presso gli uffici del Commissariato per sporgere denuncia.

FURTO AGGRAVATO – A.D. veniva tratto in arresto per il furto aggravato commesso e nella mattinata odierna sottoposto al procedimento di convalida ed al giudizio col rito della direttissima presso il Tribunale di Velletri, al termine del quale veniva condannato alla pena di mesi 4 di reclusione ed al pagamento della multa di Euro 150. In considerazione della refurtiva trovata a bordo del veicolo, A.D. è stato inoltre denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione.

[form_mailup5q lista=”albano”]

È SUCCESSO OGGI...