Genazzano da Guinness: torna l’infiorata più lunga del mondo

La manifestazione il 4 e 5 luglio. Iniziative culturali anche nei giorni precedenti

0
1079

Nel borgo medievale di Genazzano è tutto pronto per la celebre infiorata da Guinness dei primati. Il 4 e 5 luglio, primo week-end del mese, strade e piazze dell’antico comune in provincia di Roma si rivestono di uno sterminato tappeto di petali per fare da scenografia alla processione religiosa del Sacro Cuore di Gesù.

IL RECORD MONDIALE – Oltre 1500 metri quadrati di fiori colorano, come ogni anno, il borgo. Una tradizione che risale al 1883, quando il cardinale Vincenzo Vannutelli stabilì le prime celebrazioni, e che nel 2012 ha regalato a Genazzano e all’Italia un record mondiale, quello per “The largest flower petal carpet”, per “l’infiorata”, cioè, “più lunga del mondo”. Una certificazione arrivata dall’autorevole Guinness World Records di Londra a fronte di un’estensione di ben 1642,57 metri quadrati.

INFIORATA E PROCESSIONE – In queste giornate che precedono l’evento, fervono i preparativi, tra raccolta dei fiori, “spruia” (cioè separazione dei petali colorati), conservazione nelle fresche cantine di tufo e preparazione dei disegni. Poi, nella notte tra sabato e domenica, i ventidue rioni ricoprono le strade del centro storico di un tappeto policromo di fiori, ricreando le immancabili immagini sacre ma anche rappresentazioni tematiche legate all’attualità. L’effetto, carico di fascino e suggestioni, fa da cornice alla processione del Sacro Cuore: domenica, alle 18, da piazza D’Amico all’esterno di Porta Romana, sfilano il vescovo, un gruppo di religiosi e circa quattrocento figuranti in costume. Sul quel tappeto floreale, tra lampioncini, crocifissi e arazzi, si rievocano, infatti, la storia della Chiesa, il Vecchio e Nuovo Testamento.

EVENTI CULTURALI – Anche i giorni che precedono l’infiorata sono animati da diverse iniziative culturali. Mercoledì 1 luglio, ad esempio, si inaugura il Museo dell’Infiorata che troverà sede permanente presso il Castello Colonna con fotografie e documenti dagli anni precedenti la Guerra ad oggi; le notte di sabato 4, invece, si può aspettare la preparazione dei tappeti visitando il Castello Colonna e i principali monumenti di Genazzano.

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...