Fiumicino, è caccia all’avvelenatore di gatti

L'associazione Aidaa ha messo una taglia di 5mila euro

0
219

Una taglia da 5.000 euro per chi contribuirà a far individuare l’avvelenatore o gli avvelenatori dei gatti di Fiumicino. L’iniziativa è dell’Associazione italiana difesa animale e ambiente che negli ultimi giorni ha raccolto una serie di segnalazioni al proprio ‘telefono amico’.

Secondo quanto rende noto l’Aidaa, sarebbero già una ventina i mici avvelenati, morti tra atroci sofferenze, nella zona del porto turistico. Tra di loro, oltre ai gatti della colonia felina, vi sarebbero anche alcuni quattro zampe di proprietà di privati, che vivono nelle abitazioni poste nelle vicinanze.

Lorenzo Croce, presidente dell’associazione animalista, ha pertanto deciso, oltre che di mettere una taglia, di presentare una denuncia alla Procura della Repubblica di Roma. Godono fortunatamente di ottima salute i cinque gattini che vivono in prossimità del vecchio faro, accuditi amorevolmente da una signora e da alcuni cittadini.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE DI FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”33″]

È SUCCESSO OGGI...

Pomezia, incendio nella sede comunale: indagini in corso

La sede comunale di piazza Indipendenza è stata oggetto la scorsa notte di un attentato incendiario al piano terra. Fortunatamente l’intervento delle forze dell’ordine è stato tempestivo e ha evitato danni gravi. “Un grave attentato...

Chiude la figlia in macchina e va a giocare alle slot machines

In preda alla febbre del gioco, ha preso l'auto della donna per cui lavora come badante, ha parcheggiato nei pressi di un bar di Villanova di Guidonia, chiuso la figlia di 7 anni in...

Vedono turisti con la maglia della Lazio e li aggrediscono: in manette ultras romanisti

Dalle prime ore di questa mattina, gli agenti della Polizia di Stato della Digos di Roma, stanno eseguendo delle misure cautelari a carico di esponenti ultras romanisti, indagati per l’aggressione in danno di alcuni...

Presa a pugni dal compagno, si difende con un frigorifero

Un frigorifero dietro la porta e la chiamata al 112: così si è difesa dal suo aguzzino una donna di 46 anni che, in un anno e mezzo di convivenza, aveva già perdonato  il...