Ostia, attende più di un’ora per la visita e partorisce bimbo morto

1
130

E’ arrivata all’ospedale Grassi di Ostia per partorire, ma il bimbo è nato morto. Per la mamma non ci sono dubbi: a causare il fatto è stata  l’attesa di un’ora e mezza  per essere visitata, all’ospedale S. Eugenio. Per questo avrebbe richiesto il trasferimento nel nosocomio lidense. Ora la donna ha depositato una denuncia, per la quale la Procura della Repubblica di Roma ha aperto un’inchiesta un cui si ipotizza l’omicidio colposo.

Un nuovo caso di malasanità? Il procuratore vuole vederci chiaro e ha quindi deciso di avvalersi di una consulenza per verificare se i tempi di attesa indicati nella denuncia corrispondano al vero e stabilire così se sussistano fatti penalmente perseguibili.

Secondo il racconto della ragazza, una 30enne, prima di essere visitata e portata in sala parto, ci sarebbe stata un’attesa lunga e ingiustificata. Poi la tragedia, quando ha partorito il neonato senza vita.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU OSTIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”26″]

1 COMMENTO

Comments are closed.