Anzio, furto in un negozio di elettronica: bottino da 15mila euro

0
270
Anzio, furto in un negozio di elettronica: bottino da 15mila euro

Dopo il secondo furto in due settimane ai danni del museo civico archeologico di Anzio, un altro colpo è stato messo a segno nella notte in un negozio di elettronica. A essere preso di mira l’“Artel Telefonia” in via Gramsci, in una zona centrale di Anzio.

I ladri, intorno alle 4 del mattino, hanno divelto la grata di sicurezza e la porta di ferro posta all’ingresso dell’esercizio commerciale e in pochi minuti hanno trafugato telefoni, tablet e Iphone. I malviventi, nonostante sia scattato l’allarme, sono riusciti a fuggire e all’arrivo della polizia di loro non c’era più traccia.

Una volta avvisato il proprietario del negozio, si è poi passati a stimare il danno: circa 15mila euro di merce, tutta facilmente smerciabile al mercato nero. Un inizio di anno difficile per la città dove per ben due volte è stato preso di mira il museo sito nella storica villa Adele.

Oggetto dell’ultimo furto, nella notte del 5 gennaio, sono state le aree non aperte al pubblico, il laboratorio di restauro e deposito nella zona del seminterrato che ospita le altre opere conservate nella struttura. Sono stati sottratti senza difficoltà nella notte statue, marmi, anfore, e oggetti antichi di marmo. I malviventi, in assenza di sistemi di allarme e senza altri intralci alla loro azione hanno avuto in sostanza libero accesso all’area forzando dapprima una porta di ferro, poi due cancelli e quindi altre due porte interne.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ANZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”48″]