Fiumicino, Testa di Lepre senz’acqua: i residenti si ribellano

Avviata una raccolta firme per smettere di pagare le bollette finchè non tornerà il servizio

0
212

Diverse famiglie di Testa di Lepre hanno avviato in questi giorni una raccolta firme. Il motivo? Nessuno pagherà più l’acqua. “Nessun servizio, nessuna tassa. Almeno fino a quando non verranno effettuate le riparazioni in via Mario Giovagnoli” spiegano. Da tempo l’acqua a Testa di Lepre, piccola frazione a nord del Comune di Fiumicino (appena un migliaio i residenti) arriva con il contagocce. Anzi, da Natale non arriva proprio più.

Natale e Capodanno senza acqua e soprattutto senza alcuna certezza – denuncia Alessandro Torresi, residente della zona -. A Testa di Lepre è andato in scena il solito copione: il rimpallo di competenze tra Acea e Arsial. Dai due ultimi sopralluoghi nessuna novità. Si è intervenuti il 24 dicembre con la rassicurazione di routine: tutto risolto. Neanche per idea. Ci si è riprovati il 30, stessa musica. In via Mario Giovagnoli sette famiglie sono senza un filo d’acqua da Natale. E noi continuiamo a vivere nell’incertezza e nel dubbio: domani ci sarà l’acqua?” L’acqua nelle case non arriva e c’è chi come Alessandro Torresi ha modificato la sua auto trasformandola in una auto-pompa.

Il problema dell’acqua coinvolge tutta Testa di Lepre. “Le tubature dell’acquedotto di competenza Arsial – spiega Gabriella Panci, una residente della zona – sono vecchie, spesso scoppiano, lasciando a secco a secco tutta la zona. Quando va bene invece l’acqua arriva ma sporca dopo essere passata per condutture in eternit realizzate nel 1956. Nel 2010 la passata amministrazione riuscì a costringere l’Arsial a far partire i lavori di adeguamento del primo lotto dell’acquedotto. Ora è necessario tirare in ballo la Regione Lazio e costringerla a iniziare anche il secondo lotto. Sono stati presi degli impegni precisi, ci sono dei finanziamenti per l’adeguamento dell’acquedotto di Testa di Lepre”.

“Da questa estate – afferma un altro residente, Fabrizio Miotto – la situazione è peggiorata. L’acqua non c’è mai. Ancora oggi la situazione è complicata, ogni giorno bisogna farsi il segno della croce e sperare di potersi lavare o andare in bagno. Il continuo cambio di pressione dell’acqua manda in tilt le caldaie che si guastano. Si devono trovare i fondi necessari per realizzare un nuovo acquedotto o terminare i lavori iniziati. Non ci sono solo famiglie senza acqua, ma anche la scuola, costretta a utilizzare autobotti. C’è poi un continuo spreco di acqua. La condotta principale è collegata a quella del Peschiera, l’acqua al serbatoio arriva potabile. Il problema è che le condutture secondarie sono in amianto e quindi Arsial e Acea non possono dare la potabilità. Ognuno deve arrangiarsi come può, chi con le autobotti, chi con pompe. Assurdo. Basterebbe solo che la Regione, l’Arsial e Acea mantenessero gli impegni e terminassero quello che hanno iniziato”.

“È arrivato il momento per il Comune di Fiumicino di agire, anche in danno se serve – sottolinea il consigliere comunale di opposizione Giovanna Onorati -.  Le scuse non reggono più. Non si può continuare a rimandare il problema. L’amministrazione ha l’obbligo di scavalcare Arsial e Acea, superare l’emergenza idrica a Testa di Lepre e poi mettere tutto in conto a chi fino a oggi non ha mosso un dito”.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”33″]

 

È SUCCESSO OGGI...

Campidoglio, ok ad assestamento di Bilancio: manovra da 132 milioni

L'Assemblea Capitolina con 28 voti a favore ha approvato l'assestamento di bilancio 2017-2019. Si tratta di una manovra da 132 milioni di euro redistribuiti tra parte corrente e in conto capitale, che stanzia maggiori risorse per...

Raf in concerto al Vamontone outlet

Terzo appuntamento con i grandi concerti al Valmontone Outlet Summer Festival, la manifestazione che, fino al 19 agosto, ogni sabato porterà in scena grandi live e spettacoli gratuiti all’interno del villaggio dedicato allo shopping in provincia di...

Estorsione a un minimarket, un arresto a Fonte Nuova

I Carabinieri della Stazione di Mentana hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emesse dal GIP presso il Tribunale di Tivoli, un 20enne di Fonte Nuova, già noto alle forze...
Incendio in un pub, evacuato lo stabile

Rogo Castel Fusano, terzo incendiario arrestato dai carabinieri

Una terza persona è stata sorpresa ieri pomeriggio ad appiccare il fuoco nella pineta di Castel Fusano. I Carabinieri del Gruppo Forestale di Roma hanno arrestato per incendio boschivo un 36enne iracheno, regolare sul...

Corviale, arrestato rapinatore della farmacia di via Portuense

I Carabinieri della Stazione Roma Bravetta, con la collaborazione dei militari della Stazione Roma Villa Bonelli, hanno identificato e sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria il rapinatore che nel pomeriggio di lunedì scorso aveva...