Fiumicino, escalation di rapine in ville e negozi

0
122

Ieri sera, intorno alle 19, due balordi con il viso coperto da un passamontagna e la rivoltella tra le mani, hanno rapinato il centro radiologico di Fiumicino. Il giorno prima invece è toccato a due villette di Isola Sacra, una in via Pietro Serini e l’altra in via Mario Trabuchi. Furti in fotocopia: i ladri hanno agito con il buio, indisturbati. Hanno forzato le grate, si sono introdotti in casa mentre i proprietari dormivano, hanno arraffato quello che potevano e se la sono svignata.

Tra il bottino anche una costosa Mercedes parcheggiata nel giardino di una delle due villette. Una settimana fa invece è stata rapinata la tabaccheria di via Sandro Pertini a due passi dal Comune. Stesso orario della precedente: 19.30, volto coperto da passamontagna. Niente pistola ma un coltello. Due rapine e due furti in meno di una settimana. Tutti riscontrabili dai brogliacci delle forze dell’ordine intervenute per i rilievi del caso.

Lo rende noto in un comunicato il consigliere comunale Federica Poggio che afferma: “Qui c’è poco da dire: siamo in piena emergenza criminale. Le istituzioni facciano la loro parte. Si vive nel terrore. Esercizi commerciali e appartamenti stanno sul “chi va là”. Questi vanno in giro armati. Prima che qualcosa finisca male si intervenga. La sicurezza non può rimanere solo un tema da campagna elettorale”.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”33″]