Fiumicino, coca, hashish e piatti prelibati. Chef in manette

0
96

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Ostia hanno arrestato un insospettabile cuoco di nazionalità egiziana, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

HASHISH, COCAINA E MARIJUANA – Già da qualche giorno i militari tenevano sotto controllo l’abitazione dell’uomo a Fiumicino, via Leonardo Madoni, dove avevano notato un sospetto andirivieni di assuntori di droghe. Ieri pomeriggio, nel corso di un ulteriore servizio di osservazione, hanno fatto irruzione nell’appartamento dove, nel corso della perquisizione, eseguita con il supporto di cani antidroga, hanno rinvenuto e sequestrato circa 750 grammi di hashish, 100 grammi di cocaina e 270 grammi di marijuana, che l’uomo aveva nascosto in alcune valige trovate nella mansarda dell’abitazione. L’uomo è stato arrestato e tradotto nel carcere di Civitavecchia dove sarà interrogato nelle prossime ore.

IL GIARDINIERE E LA CASALINGA – L’uomo giardiniere e la donna casalinga sono stati trovati in possesso di oltre 20 grammi di cocaina e di denaro contante, circa 1.200 euro, presumibilmente provento del’attività di spaccio. I due sono stati portati presso la casa circondariale di Civitavecchia a disposizione della competente autorità giudiziaria.

ALLARME SPACCIO – Smantellata una vera e propria organizzazione criminale dedita allo spaccio di droga. Nel corso della mattinata sono state infatti eseguite dalla squadra mobile di Roma e dalla polizia di frontiera aerea di Fiumicino 7 misure restrittive a carico di altrettanti appartenenti a un’associazione a delinquere, ben strutturata in Italia, con componenti extraterritoriali di stanza in Messico e nella Repubblica Dominicana.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL