Aggredisce carabinieri dopo un incidente: nei guai 26enne di Ladispoli

0
83

Nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio svolti a cavallo di quest’ultimo week end, altre cinque persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Ostia per essersi rese responsabili di vari reati.

L’INCIDENTE – I primi a finire in manette sono stati due pregiudicati italiani: un ventisettenne residente a Cerveteri e un ventiseienne di Ladispoli.
Ieri mattina, intorno alle 6, una pattuglia della stazione di Ponte Galeria è intervenuta all’altezza del km 14,800 di Via Aurelia, a seguito di un incidente stradale nel quale era stata coinvolta una Smart sulla quale viaggiavano i due uomini. Quando i militari si sono avvicinati per procedere ai rilievi del caso, i due, visibilmente ubriachi si sono dapprima rifiutati di fornire le generalità e i documenti e, in seguito hanno inveito contro di loro con violenza, ma sono stati subito bloccati e arrestati con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale; nella circostanza, il conducente del mezzo è stato denunciato alla procura della Repubblica anche per guida in stato di ebbrezza.

VITINIA – Ieri pomeriggio, poi a Vitinia, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato con l’accusa di evasione un pregiudicato ventisettenne, sottoposto agli arresti domiciliari in un albergo ubicato in Via Cristoforo Colombo, dov’è temporaneamente ospite del Comune di Roma. L’uomo, poco prima, aveva lasciato la camera in cui aveva l’obbligo di rimanere, raggiungendo la portineria della struttura alberghiera, ove per futili motivi aveva avuto un’accesa discussione con un dipendente. Una segnalazione al 112 ha informato i carabinieri che, intervenuti sul posto hanno arrestato l’evaso.

OSTIA – Ieri sera, a Ostia, in un supermercato di via delle Azzorre, i carabinieri del nucleo radiomobile hanno arrestato una coppia di nazionalità polacca con l’accusa di furto aggravato in concorso. I due sono stati sorpresi da un attento impiegato del negozio mentre rubavano prodotti cosmetici e indumenti dagli scaffali, nascondendoli sotto gli abiti dopo averne rimosso le placche antitaccheggio.
La segnalazione al 112 ha consentito il tempestivo intervento di una pattuglia che ha bloccato i ladri, ed ha recuperato la merce rubata che è stata subito restituita al proprietario del negozio.  I due, rispettivamente di 30 e 43 anni, senza fissa dimora e noti alle forze dell’ordine saranno processati questa mattina nelle aule del Tribunale di Roma.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU LADISPOLI DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”66″]