Ardea, confiscati beni per 15 milioni a un evasore incallito

0
78
guardia di finanza san lorenzo

Magistratura e guardia di finanza hanno restituito definitivamente alla collettività dei contribuenti l’intero patrimonio – pari a circa 15 milioni di euro – di un anziano già denunciato per aver sempre omesso di dichiarare i suoi redditi.

L’OPERAZIONE – I dettagli dell’operazione sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa presso la Tenenza guardia di finanza di Colleferro, in via Casilina, Km 50,300, alla presenza del procuratore capo di Velletri Francesco Prete, del sostituto procuratore di Velletri Giuseppe Travaglini, che ha coordinato le indagini, del comandante provinciale della guardia di finanza di Roma, generale di Brigata Ivano Maccani e del Comandante del II Gruppo Roma, colonnelloTeodoro Gallone.

EVASORE INCALLITO – L’uomo, da quello che si apprende è sempre stato “allergico” a dichiarare i suoi redditi. E così adesso, con la confisca dei beni che gli erano già stati sequestrati, magistratura e guardia di finanza di Roma sono riusciti a metter fine all’azione criminale dell’anziano pluripregiudicato.

CONFISCA DEI BENI – L’evasore totale, al quale sono stati confiscati i beni per 15 milioni di euro, è un 80enne residente ad Ardea (Rm), finito nel mirino della guardia di finanza nel giugno del 2013. Tra le altre cose l’anziano risulta proprietario di 47 immobili, un suv, una moto e un camper.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ARDEA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”32″]