Fiumicino, affittava la sua auto per rapine e furti

0
125

Un 53enne romano è stato denunciato dagli agenti del commissariato Fiumicino per il reato di favoreggiamento personale. Gli sviluppi di questa vicenda che ha portato alla denuncia in stato di libertà dell’uomo hanno avuto origine dall’arresto di due cittadini cileni di 20 e 22 anni, effettuato dagli agenti nel pomeriggio di ieri all’interno di uno dei parcheggi antistanti il centro commerciale Parco Leonardo.

CONTROLLI – I poliziotti, da diversi giorni, stavano effettuando dei servizi di controllo per riuscire a individuare gli occupanti di un’autovettura station wagon responsabili di furto e danneggiamento delle auto in sosta all’interno dei parcheggi del centro commerciale. Quando nelle prime ore del pomeriggio di ieri gli agenti hanno individuato l’auto, si sono appostati a debita distanza in attesa di sviluppi. Pochi minuti più tardi hanno visto sopraggiungere due giovani stranieri che, dopo essersi guardati attorno, hanno estratto da sotto i loro indumenti degli arnesi e si sono diretti verso un furgone. Prima che potessero mettere in atto il loro piano, i poliziotti sono intervenuti e li hanno bloccati, nonostante le loro reazioni e il loro tentativo di fuga per sottrarsi al controllo.

IL SEQUESTRO – Dopo averli bloccati al termine di una colluttazione, gli agenti hanno sequestrato un grimaldello artigianale e un piccolo martelletto che sarebbe stato utilizzato per infrangere il vetro del furgone. All’interno della loro auto, è stato sequestrato un vero e proprio campionario di oggetti predisposti per l’effrazione. Anche all’interno dell’abitazione del 22enne i poliziotti hanno sequestrato un telefono cellulare che è risultato essere, da accertamenti successivi, provento di furto. F.I.M.L. e R.L.M.A. sono quindi stati arrestati per il reato di tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. Per il 53enne è invece scattata la denuncia per favoreggiamento personale. Da quanto emerso dalle indagini infatti, l’uomo, lo scorso mese di febbraio, avrebbe accettato la proposta dei due cittadini cileni che, dietro la corresponsione di una somma di 70 euro, gli avrebbero chiesto di potersi intestare la vettura di sua proprietà per poi utilizzarla per i furti.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”33″]