Fiumicino, pakistano a bordo di un volo EasyJet con passaporto falso

Il volo si è dovuto fermare all'ultimo momento per un allarme sicurezza

0
454

Pronto al decollo, ieri mattina poco dopo mezzogiorno, sull’aereo EasyJet diretto a Londra-Luton c’era un passeggero sospetto. «La segnalazione – come riporta il messaggero – è arrivata dalla polizia: un uomo di origini mediorientali, presumibilmente pakistane, con un passaporto falso. Le verifiche e i controlli hanno confermato. La partenza è stata bloccata, l’uomo è stato portato via dagli agenti e i bagagli sono stati trasferiti a terra per individuare quello del passeggero sospetto. Adesso l’antiterrorismo del Viminale sta cercando di stabilire attraverso le impronte digitali chi sia quel passeggero che aveva un passaporto pachistano falso e se fosse tra i cittadini ritenuti pericolosi anche dalle altre polizie».

L’ALLARME – «Cresce l’allarme dopo i fatti di Parigi e l’attentato sventato a Bruxeles. Ieri il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha definito il profilo dei dieci cittadini espulsi per motivi di sicurezza e presunti rapporti con il terrorismo islamico: reclutatori di jihadisti e uomini pronti a coinvolgere nella guerra santa anche le famiglie, donne incluse. Dieci individui ritenuti pericolosi, ma tutti avevano in tasca un regolare permesso di soggiorno ed erano bene inseriti in Italia. Due di loro vivevano a Roma».

ALLARME A BORDO
«Sarà l’Afis, il sistema automatizzato di identificazione delle impronte, a dare le prime risposte sull’identità di A.B.A, 33 anni, l’uomo che ieri si era imbarcato con un passaporto pachistano falso sul volo delle 12,35 da Fiumicino a Luton. E soprattutto a stabilire se l’identità che risulta sul documento coincida con quella attribuita alle impronte. Gli uomini dell’antiterrorismo stanno anche cercando di verificare se il passeggero, sbarcato dal volo per Londra all’ultimo momento, fosse già noto alle polizie europee, quale sia il suo passato, da quanto tempo fosse in Italia e, soprattutto, perché andasse a Londra e chi avrebbe incontrato. L’uomo, in stato di fermo, è adesso a disposizione della procura di Civitavecchia. L’allarme è scattato quando il volo stava per decollare. Dopo la verifica e l’ingresso a bordo degli agenti, è stato indispensabile mettere a terra tutti i bagagli per individuare quello del ”sospetto”, in una situazione di panico serpeggiante che ha ritardato la partenza di oltre un’ora e portato due passeggeri a rinunciare al viaggio».

[form_mailup5q lista=”fiumicino”]

È SUCCESSO OGGI...

“Dark room”, droga e sesso camuffata da associazione culturale, l’operazione

Alcool, droga e  sesso celati dietro l’innocua insegna di un’associazione culturale è quello che è stato scoperto dagli agenti della Polizia di Stato. La serata a tema era ampiamente pubblicizzata sulla rete, in particolar modo...

Droga, 2 arresti a Ladispoli: l’operazione dei carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno effettuato nel weekend trascorso un servizio coordinato di controllo del territorio di Ladispoli al fine di prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacente. Proprio nel fine...

“Se viene la polizia ti sgozzo davanti a loro”, in manette 27enne

“Se viene una macchina della polizia ti sgozzo davanti a loro, dammi trenta euro”. E’ l’ultima minaccia che ha rivolto alla madre; tossicodipendente romano 27enne, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del...

Sagra della Castagna e del Fungo Porcino, weekend di chiusura a San Martino

Grandissimo successo per il primo weekend con la sagra della Castagna e del Fungo Porcino a San Martino al Cimino. In migliaia sabato e domenica si sono riversati nel caratteristico borgo medievale, per un...

Al via tavolo per Roma, fuori la protesta dei lavoratori

E' iniziato poco fa al ministero per lo Sviluppo economico il round principale del Tavolo per Roma. Di fronte al ministro Carlo Calenda sono seduti il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, il sindaco di...