Ardea, altra auto incendiata: è quella del giornalista Luigi Centore

Quello che sembra l’ennesimo atto intimidatorio si è verificato verso le 2:30 alla Nuova Florida

0
234
Tivoli, esplosione in un appartamento

Che sia ricominciata – se mai fosse finita – la strategia del fuoco, ad Ardea? Questa notte un’altra auto è stata data alle fiamme. Vittima nuovamente il giornalista Luigi Centore, al quale già lo scorso anno bruciarono 3 auto di famiglia: una sua, una del fratello ed una del nipote.

ATTO INTIMIDATORIO – Quello che sembra l’ennesimo atto intimidatorio si è verificato verso alle 02:30 alla Nuova Florida, di fronte l’abitazione del giornalista: una forte esplosione sentita anche nella vicina tenenza dei carabinieri che, immediatamente chiamati dallo stesso Centore, sono giunti compatibilmente con i tempi tecnici la radiomobile di Anzio. La pattuglia della Tenenza è giunta poco dopo, in quanto era impegnata per sedare una rissa tra ubriachi nel complesso immobiliare delle Salzare. Sul posto è successivamente arrivato anche il Maggiore Ugo Floccher, comandante della Compagnia di Anzio.

IN PREDA ALLA DELINQUENZA – “Ormai Ardea è preda della delinquenza più becera – ha dichiarato sconsolato Centore – Dopo tre anni ancora non sono stati rintracciati gli autori di questi atti che hanno provocato incendi all’ufficio tecnico comunale, alle auto di politici e di ex tutori dell’ordine come il luogotenente Walter Giustini. Senza contare i negozi o studi legali appartenenti a politici incendiati. Ardea non ne può più, ed io neanche: ormai vivo nella paura e nel terrore. Ho perso la speranza che si possa venire a capo di questa triste situazione. È ripresa la stagione degli incendi? Stavolta il Prefetto farà qualcosa, o si aspetta la tragedia peggiore?”.

[form_mailup5q lista=”ardea”]

È SUCCESSO OGGI...