Roma, sottufficiale uccide ragazzo della figlia per sbaglio

Ma è giallo sulla dinamica. Sono diverse le cose che non tornano

0
294
A1

Ucciso dal padre della fidanzata con un colpo di pistola. Tragedia a Ladispoli dove un giovane di 20 anni, Marco Vannini, ha perso la vita.

L’uomo sotto accusa è Antonio Ciontoli di 48 anni, ora in stato di fermo, luogotenente in servizio a Roma.

ULTIMORA: ROMENO COLPITO AL CUORE A ROMA: MORTO

LA RICOSTRUZIONE –  Molti sono i dubbi che attanagliano le forze dell’ordine. È giallo su quanto accaduto nella villetta di via Alcide De Gasperi. Forse quel colpo è partito accidentalmente dalla pistola (pare che Ciontoli la stesse pulendo). Il proiettile si è conficcato nella spalla sinistra del giovane. Nella casa era presente anche la moglie del militare. Da quanto trapela subito dopo lo sparo, avvenuto attorno alle 23.30 di domenica, sarebbe partito il primo allarme al 118 dalla casa di via De Gasperi. Chiamata invece poi misteriosamente annullata. Sarebbe arrivata così in pochi minuti un’eliambulanza. Il giovabne è morto durante il trasporto al Gemelli.

[form_mailup5q lista=”ladispoli”]

È SUCCESSO OGGI...