Folle fuga ad alta velocità tra Anzio e Lavinio dopo aver visto i carabinieri

L'uomo è stato fermato dopo un rocambolesco inseguimento

0
300

I carabinieri della stazione di Lavinio Lido di Enea e dell’aliquota radiomobile della compagnia di Anzio nella serata di ieri al termine di un rocambolesco inseguimento degno di un set cinematografico hanno arrestato un 31enne italiano, domiciliato ad Ardea/Tor San Lorenzo e con diversi precedenti penali, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

I FATTI – I militari della Radiomobile, nel corso di un posto di controllo eseguito in via di Cinque Miglia, hanno rintracciato l’uomo a bordo di una Ford Fusion, mezzo che era stata segnalato già il giorno precedente da alcuni cittadini che avevano visto l’auto sfrecciare a velocità elevata per le strade di Lavinio. Nella circostanza i militari operanti hanno proceduto ad intimare l’alt all’uomo che, a bordo dell’autovettura, ha tentato di dileguarsi a folle velocità senza tener conto minimamente dei segnali stradali ed arrecando serio pericolo per terze persone. Solo dopo diversi minuti l’equipaggio della Radiomobile è riuscito ad affiancarsi al fuggitivo che, in conseguenza anche dell’arrivo della pattuglia della Stazione cc di Lavinio Lido di Enea sopraggiunta in ausilio, è stato costretto ad arrestare la marcia venendo immediatamente bloccato.

LE PERQUISIZINE – La perquisizione personale e veicolare ha dato esito negativo mentre i successivi accertamenti hanno consentito di appurare che il pregiudicato verosimilmente si era dato alla fuga semplicemente perché privo della patente di guida, che gli era stata già revocata, e perché il mezzo era sprovvisto di copertura assicurativa. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro mentre il soggetto, a cui sono state elevate contravvenzioni per migliaia di euro, è stato tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

[form_mailup5q lista=”anzio”]

È SUCCESSO OGGI...