Cerveteri, per le primarie Pd spunta il nome di Franco Borgna

Il sostegno di Angela Carletti e Federico Orfei per la competizione elettorale interna al partito

0
1140

di ALBERTO SAVA

Nella giornata di domani, al termine dei lavori organizzativi degli Stati Generali del Partito Democratico convocati a Guidonia, arriveranno ai circoli delle provincia romana le indicazioni per i prossimi appuntamenti elettorali. A Cerveteri gli iscritti del Pd Angela Carletti e Federico Orfei, in vista dell’appuntamento calendarizzato per il 17 marzo prossimo, accendono i motori delle primarie, proponendo il loro sostegno alla candidatura di Franco Borgna. Centauro per passione sportiva, 56 anni, imprenditore del settore turistico, pendolare tra Cerveteri e Montefalco, in Umbria, possiede alle spalle un lungo percorso di militanza nel partito, nell’area moderata del Pd, ed ha ricoperto diversi incarichi politici, tra cui quello di segretario a Cerveteri.

Per proporre la candidatura di Franco Borgna, Angela Carletti e Federico Orfei hanno redatto la nota che segue, avvicinandola alla canzone “Senso” di Vasco Rossi, una scelta azzeccata. “Qualche mese fa – scrivono Carletti e Orfei – vedendo come l’attuale Amministrazione gestiva alcune problematiche importanti per il territorio, ci siamo ritrovati insieme, richiamati dalla sensazione che la gente con le sue necessità, anche semplici sia stata in questi anni accantonata, abbandonata. I vuoti amministrativi lasciati da questa maggioranza hanno fatto sì che molti progetti utili alla popolazione rimanessero nei cassetti, progetti già studiati e utili ai cittadini. Si sono concentrati su grandi e lunghi progetti disattendendo quella che era ed è la necessità odierna di Cerveteri. È necessario tornare e agire sui problemi di tutti i giorni. Inoltre è indubbio che sia necessario affrontare uno dei grossi problemi di Cerveteri: un paese che non ha produttività, un paese amorfo che si poggia molto sul pendolarismo, che non produce abbastanza in confronto alla ricchezza che il territorio offrirebbe. Si guardi l’esempio del cambio destinazione d’uso dell’area artigianale, se è vero che un’area commerciale produce lavoro è molto più realistico pensare che un’area artigianale produca lavoro professionalmente più importante e duraturo, e inoltre fornisca prodotto al territorio, che equivale a dire ricchezza. Senza contare che i capannoni degli artigiani potevano essere finalmente operativi ed invece attendiamo ancora, costretti ad inseguire carte bollate.

Un esempio di questo tipo fa capire che la spinta produttiva non può essere sempre quella del costruire per poi creare posti di lavoro unicamente di servizi e senza produrre, ma debba essere affiancata dalla produzione di risorse, dal piccolo artigiano alla piccola imprenditoria che crea il prodotto. Anche l’approccio al turismo deve cambiare, l’amministrazione ha portato indubbiamente qualcosa, magari approfittando di progetti approvati dalla precedente maggioranza, ma questo qualcosa non ha prodotto, non ha dato alcun risultato positivo di produzione a Cerveteri e ai suoi cittadini. Su questi punti e su queste idee ci siamo trovati di comune accordo in un gruppo decisamente anomalo, fatto di idee, di progetti, semplici e fattibili, e non di numeri, di accordi, di calcoli, un gruppo che vorrebbe mettere al centro associazioni, comitati di quartiere, tutte persone che vivono per strada continuamente i problemi e hanno le idee nuove per poter agire, senza indugio e velocemente. Parafrasando Vasco Rossi in una sua famosa canzone, dobbiamo trovare un “Senso”, ci siamo detti, dobbiamo abbandonare quel senso nausea nel vederla così e quel senso di colpa nel non far niente dare un senso a questa splendida e antica cittadina, dare un senso al volerci vivere.

Per fare tutto questo di vuole una squadra e come ogni ottima squadra ci vuole un leader. Un leader responsabile, non una testa qualsiasi, un esperto del territorio, un esperto delle tante problematiche locali, uno che abbia davvero fatto vedere buone cose nel passato, senza salti nel buio che Cerveteri, abbiamo visto, non può permettersi. Un leader che sappia fare sintesi e non polemica, che sappia prendere il meglio, l’eccellenza, in ogni angolo del paese, senza guardare colore o scudetti. Un responsabile che abbia saputo accettare consigli e progetti anche dagli antagonisti, uno che non abbia scritto in faccia “io sono la verità e la ragione”, uno che si fermi davvero ad ascoltare, uno che sia presente con la testa e con le orecchie, pronto a recepire i segnali buoni, quelli corretti, che arrivano anche dall’esterno. Insomma, detta così sembrava ci volesse un miracolo, quasi un santo, eppure, girando tra le opinioni della gente, dai saggi anziani ai motivati giovani, l’unico che rispecchi questi requisiti, siamo convinti, sia Franco Borgna. L’unico nome che farà storcere il naso chi la trasparenza e il confronto non sa dove siano. Ora non rimane altro che convincerlo. La nostra squadra coesa, senza fronzoli, con idee concrete, semplici, immediate, unita alla nostra voglia di spazzare via tanti anni di immobilismo e inconcludenza, cercherà di farlo, ma è necessaria la collaborazione di tutti! Pertanto abbiamo raccolto una serie di consensi da parte di cittadini di Cerveteri che hanno firmato questa richiesta”.

“Presto, molto presto, – concludono Carletti e Orfei – se siete d’accordo aiutandoci, organizzeremo tavoli di confronto e attività con tutti i cittadini, in tutte le parti del territorio, con tutte le associazioni, con tutti quelli che vorranno aiutarci, dire la loro, verificare con mano, che il periodo del nulla sta per finire”.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...

Pomezia, il sindaco Fucci scrive una lettera di diffida all’Eco-X

In data 17.08.2017, il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha diffidato il legale rappresentante dell’Azienda Eco-x srl, proprietaria dell’immobile e il legale rappresentante dell’Azienda Eco Servizi per l’Ambiente srl, gestore dell’attività condotta nell’immobile, ad...

Lazio-Spal, aggrediti due tifosi ospiti. Un arresto

Dovrà rispondere di rapina aggravata il tifoso biancoceleste che ieri sera, al termine della partita Lazio-Spal, insieme ad altre persone, ha aggredito due tifosi ospiti rei di indossare le sciarpe della Spal. Sono stati gli agenti...

Bimbo di 2 anni ustionato in spiaggia a causa dei resti di un falò

Nei giorni scorsi un bambino di due anni è stato ricoverato in ospedale con una ustione di secondo grado ai piedini dopo essere affondato in spiaggia sulla brace ancora viva di uno dei falò...

Ciampino, un’estate di fuoco: emergenza incendi boschivi

L'estate 2017 è stata finora la più impegnativa​, ​da​ molti anni a questa parte​,​ nella regione Lazio e nella provincia di Roma per quanto riguarda il fenomeno degli incendi boschivi, tanto da far emanare dalla Prefettura...

In 48 ore arrestati 18 pusher: mezzo chilo di droga e un bottino di...

Nelle ultime 48 ore, mirati blitz antidroga dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato all’arresto di 18 pusher scoperti in flagranza mentre spacciavano dosi di stupefacente in molte zone della Capitale. Al setaccio...