Fiumicino, il Comune al fianco dei lavoratori aeroportuali

Montino: "Interventi subto o crisi irreversibile"

0
560

“Oggi, insieme alla presidente del Consiglio, ad assessori, consiglieri e delegati del nostro Comune, abbiamo portato la nostra solidarietà ai lavoratori in sciopero davanti allo scalo aeroportuale che protestano contro tagli e licenziamenti”. A parlare è il sindaco di Fiumicino Esterino Montino che denuncia “una situazione difficilissima, la peggiore dal 2008 a oggi”. Quella dei dipendenti Alitalia che oggi hanno manifestato davanti al Terminal 1.

“Qui – spiega il primo cittadino – non è in gioco soltanto un pezzo importante del territorio romano, di Fiumicino e del litorale, ma una delle più grandi risorse economiche e produttive di tutto il nostro Paese. Non stiamo parlando solamente di centinaia di posti di lavoro Alitalia, ma di una ripercussione occupazionale sull’indotto e su tutti i settori ad esso collegati. Una crisi che, vista nel suo insieme, arriva a numeri vertiginosi con molte migliaia di persone che rischiano di andare a spasso”.

“Continuando in questo modo – ammonisce Montino – si mette in ginocchio un sistema imprenditoriale nazionale che si è consolidato e professionalizzato nel corso degli anni. Sono convinto, e lo ribadisco, che questa situazione non può essere affrontata con i tempi e le procedure tipiche di una vertenza sindacale. Serve una proposta imprenditoriale che ci permetta di uscire dalla crisi. Ancora una volta mi appello al Presidente del Consiglio Gentiloni, perché metta in atto ogni azione utile a dare risposte rapide a una situazione che rischia di sfuggirci di mano”.