Cotral, lunghe attese ai Castelli. Rivolta dei pendolari

0
61

Ore ed ore ad aspettare, a volta invano, un autobus che passa. E’ diventata una questione sociale l’attesa dei Cotral ai Castelli Romani. Particolarmente allarmante la situazione a Rocca di Papa, dove il bus è di fatto l’unico mezzo utile per raggiungere stazioni ferroviarie e luoghi di lavoro. Stamattina i pendolari hanno fatto sentire la loro voce in Comune. Pronta la richiesta del sindaco Pasquale Boccia alle istituzioni.

«Considerata la posizione territoriale del mio Comune, il quale non risulta servito da nessun altro mezzo di trasporto pubblico – si legge nella missiva indirizzata al Cotral – la situazione ad oggi risulta insostenibile. Ogni mattina decine di pendolari si trovano costretti ad attendere per ore, al freddo e senza un riparo, l’arrivo di un autobus, e l’Ente locale diviene il centro di pesanti lamentele, quando non di manifestazioni e proteste che minano l’ordine pubblico.

Chiedo pertanto – continua il sindaco  un intervento urgente da parte di tutti gli Organismi competenti, affinché gli utenti trovino le garanzie dovute circa l’efficienza di un servizio pubblico che, anche alla luce del delicato momento storico che stiamo vivendo e le difficoltà economiche crescenti di molte famiglie, è divenuto quanto mai vitale».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ROCCA DI PAPA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”24″]