Traffico Roma, scontro sul gra a Casal Lumbroso. Ancora disagi

Ennesimo incidente. Coinvolte tre auto ma non c'è nessun ferito. File e incolonnamenti in carreggiata

0
125

Quarantotto ore ininterrotte di scontri e disagi. Il protagonista è sempre il gra. Dopo il maxi tamponamento di ieri e l’incidente di oggi pomeriggio tra l’autostrada Roma Fiumicino e lo svincolo per la via del Mare in serata si è verificato un nuovo sinistro. Il fatto è accaduto al km 66 del gra all’altezza di Casal Lumbroso Pescaccio.

TAMPONAMENTO A CATENA – Questa volta a essere interessate sono state tre auto. La modalità è sempre la stessa: tamponamento. A differenza del caso di oggi pomeriggio l’incidente si è verificato sulla corsia centrale, forse a causa di una mancata segnalazione. Sul posto sono intervenute le squadre di soccorso dell’Anas che hanno provveduto a deviare il traffico. Presente anche un’auto medica, ma non si sono registrati feriti degni di rilievo. Considerevoli i danni alle vetture.

OGGI POMERIGGIO UN ALTRO INCIDENTE – Oggi è stata la carreggiata esterna dove intorno alle 16 si è verificato un incidente che ha visto coinvolti tre mezzi: un Maggiolino, Una Citroen Ds3, una Panda e una Citroen C3
Lo scontro è avvenuto nel tratto compreso tra l’allacciamento con l’Autostrada Roma-Aeroporto Fiumicino (km 60,600) e lo svincolo Via del Mare-Via Ostiense (km 57,700) al km 59,100.

LA DINAMICA DELL’INCIDENTE –  Il sinistro ha causa il ferimento di due persone, di cui in condizioni serie e danni ingenti alle vetture. Secondo una prima ricostruzione sembra che all’origine dello scontro ci sia una mancata segnalazione di cambio di corsia in fase di sorpasso. Restano comunque da accertare le responsabilità. Il traffico e l’alta velocità avrebbe fatto il resto innescando un tamponamento a catena. Sul posto è intervenuta la polizia stradale per dirimere la questione

IL TRAFFICO – Sul posto è presente il personale dell’Anas per la gestione della viabilità e per rimuovere i mezzi incidentati, una volta ultimati i rilievi del caso. L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione ‘VAI Anas Plus’, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA MOBILITÀ DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”64″]

È SUCCESSO OGGI...

© Alessio Romenzi. Title: We Are Not Taking Any Prisoners

World Press Photo a Roma: le immagini premiate nel 2017

La mostra del World Press Photo 2017 si terrà a Roma presso il Palazzo delle Esposizioni dal 28 aprile al 28 maggio 2017. Il Premio World Press Photo è uno dei più importanti riconoscimenti...
colleferro controlli notte carabinieri

Controlli antidroga dei carabinieri: in manette due persone a Civitavecchia

Negli ultimi giorni, nell’ambito di specifici servizi di controllo antidroga svolti nel territorio i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato, in due distinte operazioni, due persone per detenzione ai fini di spaccio di...

Polizia Locale ferma carrozza d’epoca in zona Colosseo a Roma

Tentava di entrare nell’area pedonale del Colosseo per prendere una sposa russa: una carrozza di fine ‘700, con sei cavalli da tiro e guidata da due persone in abiti storici, è stata fermata da...

Subiaco, pusher arrestato nel parco comunale

Ieri pomeriggio, nel corso di un’attività antidroga, i carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Subiaco hanno arrestato un 32enne del posto, nullafacente, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di spaccio di sostanze...

Mafia Capitale, il sonno della politica genera condanne

I manettari di ogni specie plaudono ai 515 anni di galera che la Procura ha chiesto di appioppare agli imputati di Mafia Capitale. Certo, per reati di associazione mafiosa, ma che se nella sentenza...