Roma, arriva Obama. Allerta dai Parioli a Monte Mario

0
112

Con l”atterraggio questa sera all”aeroporto di Fiumicino dell”Air Force One inizia la visita di Barack Obama in una Roma pronta a giorni di massima allerta. Prima tappa Villa Taverna, la residenza dell”ambasciatore Usa ai Parioli. L”area e” completamente blindata, ingresso e mura di cinta presidiate da camionette di Polizia e Carabinieri, cosi” come tutto il quartiere dove transitera” il corteo presidenziale composto da oltre trenta veicoli (26 auto e 8 moto), di cui molti sbarcati nei giorni scorsi al Leonardo da Vinci e a Ciampino da aerei cargo dell”Usaf.

ALLERTA AI PARIOLI – Chiuse le strade adiacenti alla villa: impossibile transitare su viale Rossini, via Aldovrandi e via Bertoloni. Gli uomini della Questura di Roma, coadiuvati dalle unita” cinofile della Polizia, hanno ispezionato l”intero perimetro di Villa Taverna. Altre operazioni di bonifica sono state effettuate dalla Polizia fluviale e dall”antiterrorismo sugli argini e lungo il Tevere nelle zone sensibili e in tutta la ”zona rossa” dove si muovera” il presidente: tombini costantemente controllati, cassonetti sigillati e monitorati. Sono oltre mille gli uomini impegnati per la sicurezza del soggiorno del presidente degli Stati Uniti nella Capitale. Altre decine arrivano dell”intelligence Usa pronti, in caso di necessita”, a cambiare piani e percorsi.

IL PROGRAMMA DI DOMANI – Domani per Obama sarà la volta degli incontri istituzionali: alle 10.15 sara” ricevuto da Papa Francesco in Vaticano, mentre alle 12.30 e” in programma il colloquio con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Quirinale, e infine alle 14.30 quella con il premier Matteo Renzi a Villa Madama.

LA VISITA AL COLOSSEO – Piu” tardi, nel pomeriggio, la visita al Colosseo. La zona attorno al monumento sara” blindatissima, con strade off limits durante il tempo del tour, metro chiusa e controlli serrati in tutta l”area da parte delle forze dell”ordine. Per l”occasione anche i camion bar presenti saranno sgomberati, mentre le visite del pubblico saranno sospese. Le misure di sicurezza scatteranno alle 13.

IL CENTRO BLINDATO – Lungo le strade dei vari spostamenti di Obama sono previste chiusure ”a soffietto”. Chiuse domani le zone del Vaticano, del Quirinale e di Monte Mario. Sono coinvolte, almeno a tratti, anche altre aree, come per esempio una parte di Villa Borghese e via Veneto, e poi Bocca della Verita”, largo Argentina e alcune strade di Trastevere. Sui palazzi saranno appostati i tiratori scelti e tutto il passaggio del corteo presidenziale sara” monitorato anche con un elicottero. Ad attendere Obama nella Capitale anche contestazioni. Alle 16 i comitati No Muos, No war, la confederazione Cobas, diverse realta” universitarie e movimenti pacifisti si daranno appuntamento alla fermata della metro Barberini per poi andare in corteo fin sotto l”Ambasciata Usa di via Veneto. Mobilitazioni anche da parte di realta” dell”estrema destra: dopo i manifesti apparsi in giro per la Capitale (”Obama ospite indesiderato”) da parte del Movimento sociale europeo, quelli di Rotta di collisione hanno annunciato invece che saranno a piazza Re di Roma per protestare contro il presidente Usa. Al termine di una 36 ore intensa, Obama lascera” Roma, ripartendo sempre dall”aeroporto di Fiumicino, venerdi” mattina.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA MOBILITÀ DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”64″]