Insanguinati sul bus Atac: “Abbiamo l’Aids, vi infettiamo”. Rissa sul 714

Colluttazione e intervento della polizia municipale di Roma capitale lunedì sera intorno alle 20

0
768

Un litigio sul bus senza esclusione di colpi. Una rissa talmente violenta da indurre il conducente di un bus della linea 714 a fermare la vettura e a chiedere l’intervento della polizia municipale. E’ successo ieri sera intorno alle venti quando sul bus 714 una coppia particolarmente violenta e pericolosa, un uomo di 44 anni e la donna di 38, pluripregiudicati, tossicodipendenti con numerosi precedenti, è scoppiato un violento alterco. Tra i due sono state improvvisamente botte senza esclusioni di colpi, culminate in un furioso litigio che ha seminato il panico tra i passeggeri che erano a bordo del bus.

La furia dei due, nonostante fossero feriti e sanguinanti, non accennava a placarsi: tra le urla e la richiesta di aprire le porte l’autista ha arrestato la vettura e chiesto aiuto a una pattuglia del gruppo Trevi della Polizia di Roma Capitale che passava in quel momento.
Gli inviti a calmarsi delle forze dell’ordine non sono serviti a nulla, tanto che i due hanno iniziato a coalizzarsi e minacciare gli agenti stessi: “Siamo malati di AIDS, vi infettiamo”.

Ai numerosi inviti a scendere i due rifiutavano, mettendo in atto le loro minacce e cercando di colpire i vigili con calci, pugni e sputi. Senza farsi intimidire gli agenti sono quindi passati ai fatti: una dura colluttazione dove i due venivano arrestati e messi in condizione di non nuocere, anche grazie ai rinforzi intervenuti. Portati presso il comando del gruppo, gli accertamenti rivelavano che oltre ad essere tossicodipendenti i due avevano a loro carico numerosi precedenti per resistenza, violenza e minacce, ma anche per rapina, ricettazione, furto aggravato, estorsione ed altri reati minori.

Tre degli agenti operanti sono stati costretti a ricorrere a cure per vari traumi ed a sottoporsi alla profilassi per la sieropositività all’ospedale Spallanzani. Il magistrato di turno disponeva subito la convalida per il rito direttissimo, avvenuto nella mattinata di oggi: i due sono stati condannati, l’uomo a 8 mesi e la donna a 1 anno, con obbligo di firma presso il più vicino posto di Carabinieri.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...

Prende a calci la madre: «Alzati, stai facendo solo scena»

Arrestati dalla Polizia un 52enne e un 43enne romani Roma, 18 ago. (askanews) - Una donna di quasi 90 anni in terra ed il figlio che, mentre la colpiva con dei calci, continuava a...

Litorale, sabato e domenica navette gratuite per Torre Flavia

L’Amministrazione comunale rende noto che sabato 19 e domenica 20 agosto due corse la mattina alle 9:10 ed alle ore 9:45 collegheranno il centro di Ladispoli  a Torre Flavia. La partenza dei bus è prevista...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Tenta di investire l’ex compagna: sfiorata la tragedia per miracolo

Tenta di investire l'ex compagna davanti alla caserma dei Carabinieri, arrestato un uomo ad Aprilia. Un 27enne della provincia di Roma, al termine dell'ennesimo litigio avvenuto per questioni familiari, aveva inseguito l'ex convivente 28enne...
truffa roma

Termini, tenta di corrompere carabinieri: ecco cosa aveva in mente

Ha prima minacciato, poi tentato di corrompere, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini che lo avevano “pizzicato” subito dopo aver rubato capi di abbigliamento, in uno dei negozi del “Forum Termini”. Ciò che ha ottenuto...

San Cesareo, carabineri arrestano “coltivatore” di marjiuana

Dopo alcuni servizi di monitoraggio delle aree agricole isolate, i Carabinieri della Compagnia di Palestrina hanno individuato e arrestato un 57enne originario di Zagarolo ma da tempo residente a San Cesareo, già conosciuti alle...