Viabilità, a Roma doppia pedonalizzazione: via Bixio e largo Agnesi

I due progetti sono stati illustrati questa mattina nel corso della riunione della commissione Mobilità

0
704
Viabilità, a Roma doppia pedonalizzazione: via Bixio e largo Agnesi

Dopo via Urbana due nuove pedonalizzazioni volute dal M5s si affacciano all’orizzonte: la prima riguarda un’altra zona di Monti, largo Gaetana Agnesi, e in particolare il lato che si affaccia sul Colosseo, sopra la stazione della metro B. L’altra è un tratto di strada di via Bixio, nel centro dell’Esquilino, vicino alla scuola Federico Di Donato. I due progetti sono stati illustrati questa mattina nel corso della riunione della commissione Mobilità del Comune di Roma.

PEDONALIZZAZIONE A LARGO AGNESI

Obiettivo della pedonalizzazione di largo Gaetana Agnesi è creare una “terrazza” pedonale sul tetto della linea B mettendo in continuità un tratto di strada e il giardinetto a forma triangolare in mezzo allo slargo, che ospita proprio una delle uscite della metro, eliminando quindi i circa 25 parcheggi dei veicoli che oggi deturpano la vista del monumento più celebre di Roma. Per riuscirci, hanno spiegato stamattina i tecnici dell’agenzia Roma servizi per la Mobilità, servirà una modifica alla viabilità su un altra strada, via Vittorino da Feltre, che potrebbe diventare a doppio senso e con il limite dei 30 chilometri l’ora, fino all’incrocio con via delle Carine quando ora è un senso unico in direzione proprio di largo Agnesi. In questo modo sarà garantita comunque l’accessibilità delle scuole presenti nell’isolato. L’intervento prevede anche un adeguamento architettonico del tratto di slargo che sarà pedonalizzato.

PEDONALIZZAZIONE IN VIA BIXIO

Il secondo progetto è quello che riguarda via Bixio, e in particolare il tratto di strada in prossimità della scuola Federico Di Donato tra via di Conte Verde ed Emanuele Filiberto.
A proporre la chiusura della strada alle auto sono stati alcuni rappresentanti dei comitati dei genitori che hanno partecipato anche alla riunione di oggi. A settembre potrebbe scattare una sperimentazione con una delibera di giunta per poi verificare se si potrà arrivare ad un’area pedonale definitiva. Per questo intervento, infatti, bisogna registrare le perplessità della Polizia locale di Roma Capitale. Uno dei suoi rappresentanti oggi ha paventato un aumento di traffico generale nella zona e, a causa dell’impossibilità a parcheggiare nella via, “un inevitabile aumento della doppia fila delle auto dei genitori dei ragazzi in via di Conte Verde e via Emanuele Filiberto. Riteniamo che questo progetto presenti più problemi per il resto della collettività che vantaggi per il quartiere”.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...

Campidoglio, al via piano anti-terrorismo

Rafforzamento dell’area pedonale di via del Corso, nel tratto che va da Piazza del Popolo a Largo Goldoni, con il posizionamento di fioriere e divieto d’accesso al Colle capitolino per ncc e taxi. Queste le principali misure...
Sgombero Polizia Locale Roma

Roma, nuovo sgombero dei rifugiati accampati a piazza Indipendenza

Nuovo sgombero in corso per i rifugiati accampati in p.za Indipendena davanti allo stabile di via Curtatone sgomberato giorni fa dalle forze dell'ordine. Dopo il completamento, annunciato ieri sera dal Campidoglio, del censimento delle...
A1

Schianto a Guidonia: un morto

Schianto mortale la scorsa notte a Guidonia Montecelio nella zona di Setteville dove un uomo è morto a seguito di un incidente. Secondo una prima ricostruzione la vittima in sella al suo scooter per cause...

Roma, gestione di rifiuti abusiva e furto di corrente: cognati in manette

Un impianto risultato totalmente abusivo dove veniva esercitata la gestione di rifiuti pericolosi è stato scoperto in zona Marconi nell'ambito di mirate attività di indagine, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma relative all'azione...

Uova contaminate, scoperto caso anche a Viterbo

Dopo i casi di Benevento e Sant'Anastasia poche ore fa, i carabinieri del Nas hanno sequestrato altri due allevamenti italiani. Il primo a Vetralla, in provincia di Viterbo, dove i sigilli sono stati apposti...