In 7mila alla manifestazione per la difesa dei diritti delle coppie gay

0
669
Manifestazione

Erano in tanti ieri pomeriggio a Piazza del Popolo, nonostante un vento freddo ed un cielo carico di pioggia, a manifestare per la difesa dei diritti delle coppie gay.

Il popolo arcobaleno e le numerose famiglie, etero ed omo, presenti con carrozzine e bambini al seguito hanno voluto sottolineare l’autodeterminazione delle loro scelte di vita.

Giulia Innocenzi ha aperto la manifestazione e così sul palco intervenuti i  rappresentanti delle associazioni che hanno aderito alla manifestazione. Dagli interventi un unico messaggio quello della piena uguaglianza di tutte e tutti di fronte alla legge, indipendentemente dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere.

manifestazione4

Hanno chiesto  il matrimonio egualitario che dovrà iscriversi in una riforma complessiva del diritto di famiglia  e che preveda anche l’adozione piena per i bambini e le bambine che già esistono, e il riconoscimento alla nascita dei figli che verranno. Hanno ribadito che non si fermeremo finché le loro figlie ed i loro figli non saranno tutelati come tutti gli altri; finché non ci sarà una sola legge, la stessa, per tutti gli amori.

manifestazione

 

In piazza erano presenti circa 7000 persone con le diverse bandiere del popolo LGBT e anche tanti politici. L’intervento più seguito è stato quello di Susanna Camusso – segretaria generale della CGIL – la sola invitata sul palco dal popolo arcobaleno. La segretaria, nel corso del suo intervento ha ribadito che la sua organizzazione non solo difende il lavoro ma i diritti di tutti e  le tutele dei più piccoli.

G.P.