Roma, traffico di rifiuti speciali: svelati rapporti con clan Cozzolino

Quattordici le persone arrestate: polizia smantella pericolosa organizzazione

0
201

La polizia di Stato e la Polizia Provinciale sono impoegnate dall’alba nell’esecuzione di 14 misure cautelari nei confronti di un’associazione criminale dedita al traffico di rifiuti speciali, stanno procedendo anche a numerose perquisizioni e sequestri in diverse Regioni italiane. Lo fa sapere una nota.

CLAN COZZOLINO – “Tra i capi dell’organizzazione criminale, finalizzata alla raccolta di indumenti usati, prodotti tessili e accessori di abbigliamento da rivendere in diversi Paesi europei e africani – spiega la Ps – emerge la figura di Pietro Cozzolino, elemento di vertice dell’omonimo clan camorristico operante a Portici-Ercolano (Napoli) e territori limitrofi, condannato per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti”.

I VERTICI DELL’ORGANIZZAZIONE – Ai vertici dell’organizzazione criminale, risulta anche il fratello Aniello Cozzolino, anch’egli condannato in via definitiva per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e latitante dal 2008.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...