Roma, tredicenne uccisa dal bus: la rabbia della famiglia

La difesa: «Il bus viaggiava sulla corsia preferenziale e la ragazzina purtroppo è spuntata all'improvviso»

0
266

Aveva 13 anni Angelica Casella . Da poco tempo era andata a vivere a Roma con la famiglia, dopo avere trascorso a Gioiosa Marea la prima parte della sua vita. Aveva lasciato gli amici e i parenti per seguire i genitori, che a Roma avevano impiantato il loro futuro e il lavoro. Ma un destino troppo duro da accettare ha rapito la vita lo attendeva nella capitale.

L’INCIDENTE – Il 30 aprile a Roma Angelica è stata investita e uccisa da un autobus del trasporto pubblico Atac mentre attraversava la strada in via Palmiro Togliatti, a Centocelle. Angelica e’ morta sull’ambulanza che correva verso l’ospedale.

IL PROCESSO – L’autista è stato processato ma proprio in questi giorni, come scrive oggi Adelaide Pierucci su IlMessaggero.it è arrivata la notizia è arrivata quella che sembra un’incredibile assoluzione. L’accusa puntava a una condanna a due anni e tre mesi. Dopo pochi minuti, invece, la sentenza ha stabilito il contrario. Le motivazioni si conosceranno tra novanta giorni. Queste le dichiarazioni della difesa «Il bus viaggiava sulla corsia preferenziale e la ragazzina purtroppo è spuntata all’improvviso».

È SUCCESSO OGGI...