Il collezionista dei “gratta e vinci”: a Roma caccia al ladro seriale

Travisato da cappuccio e felpa. Ecco come operava

0
295

Cercava la fortuna, ma ad aspettarlo questa volta, ha trovato gli agenti della Polizia Stradale che, stamattina, lo hanno arrestato per rapina e sequestro di persona. G.E. albanese di 27 anni, da 13 anni in Italia, era diventato l’incubo dei cassieri di bar, aree di servizio e distributori, aperti di notte, nella zona sud est di Roma. In poco tempo, infatti, erano state denunciate ben 8 rapine, di cui una con sequestro di persona. In quel caso, per farsi dare l’incasso di un distributore di carburante, l’uomo non aveva esitato a sequestrare il benzinaio, sotto minaccia dell’arma.

ECCO COME OPERAVA – Veloce e metodico, si presentava alla cassa degli esercizi  commerciali prescelti, travisato dal cappuccio di una felpa grigia e, minacciando di avere una pistola, rapinava l’intero incasso dai 500 ai 1000 euro e tutti i “gratta e vinci” esposti nel locale. Le denunce delle vittime hanno fatto scattare gli accertamenti degli agenti della squadra di polizia giudiziaria e della sottosezione della Polizia Stradale di Roma est, che in un mese di indagini e appostamenti, hanno arrestato il responsabile ponendo fine all’inconsueto modo di “tentare la fortuna” ai danni degli esercizi commerciali.
Nel corso dell’operazione veniva sequestrato materiale e capi di abbigliamento utilizzati per commettere le rapine, ora al vaglio degli inquirenti poiché si ritiene che l’arrestato sia responsabile anche di altre rapine fuori dall’ambito autostradale.

È SUCCESSO OGGI...