Ostia, feste “sessuali”. Insorgono i genitori

1
86

Uno «squallido» risveglio quello degli studenti di Ostia, le loro famiglie e i tanti educatori e docenti. Una distesa di volantini e cartelli inneggianti a una festa disco richiamanti al “sesso” e con l’immagine di una giovanissima donna è comparsa nei giorni scorsi davanti al Liceo Enriques. Subito è scattata la reazione dei comitati cittadini.

Si sono mossi gli uffici municipali e la polizia sta prendendo i contatti con le ditte impiegate in questa “propaganda”. Potrebbero inoltre essere sporte denunce e si stanno contattando i referenti politici del X Municipio di Roma (la Commissione Scuola e l’Assessorato) affinché questo fatto non passi sotto silenzio.

«Questo è davvero troppo – si legge in una nota di Laciurma – perché a Ostia, a Roma, non può più essere mantenuta questa schizofrenia socio culturale , non possono sussistere insieme realtà di prestigio a tutela per esempio delle donne (come il Punto D  e la lotta contro la violenza sulle donne , per citarne una sola) e chi invece specula per soldi dando l’immagine di ragazzine sensuali e in pose equivocabili al fine di attirare la libido e usare il femminile per scopi di lucro. Da mesi e anni le scuole dei nostri giovanissimi sono bersagliate da propaganda politica estremista e da tantissimi richiami che deviano da un ambiente formativo sereno quale dovrebbe essere una Scuola Pubblica . Questa volta però si è davvero passato il segno considerando che in questi giorni è vivo il dibattito sul “mercato del sesso” a stretto contatto con i il mondo giovanile , proiettato dalla perversione di certi adulti che vogliono utilizzarlo ad uso e consumo del loro piacere».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU OSTIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”26″]

1 COMMENTO

Comments are closed.