Botti cinesi illegali. Sequestri a Roma e in provincia

Da Torre Angela ad Acilia scoperti tre tonnellate di fuochi d'artificio. Denunciati dalla guardia di finanza tre stranieri

0
132

In tutta la provincia, prosegue senza sosta l’azione dei finanzieri del Comando provinciale di Roma sul fronte del contrasto alla detenzione ed alla vendita illecita di materiale esplodente, in vista dell”approssimarsi della festivita” di Capodanno. L’offensiva vede protagoniste soprattutto le Fiamme Gialle del gruppo di Frascati che, giorni addietro, nel corso di un”operazione congiunta con il Comando Provinciale di Latina, avevano scoperto ad Aprilia un deposito di materiale esplodente, al cui interno era detenuto un quantitativo di botti superiore al limite consentito dalla licenza rilasciata dall”autorita” di pubblica sicurezza, che superava le tre tonnellate.

Il magazzino era ubicato nei pressi del centro abitato della cittadina pontina e l”intervento dei militari ha evitato che i residenti corressero seri rischi di esplosione accidentale. I proprietari, due fratelli romani, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Latina per commercio abusivo di materiale esplodente e violazione della normativa in materia di prevenzione incendi. Circa 78.000 pezzi di artifici pirotecnici, tutti ritenuti di elevata potenza per la quantita” di massa attiva contenuta, erano detenuti in assenza dell”autorizzazione rilasciata dall”autorita” di pubblica sicurezza presso due esercizi commerciali di Torre Angela e Torre Bella Monaca, entrambi riconducibili a soggetti cinesi.

Ad Acilia, i finanzieri del II Gruppo di Ostia hanno scoperto in un esercizio commerciale gestiti 26.000 botti posti illegalemnte in commercio, probabilmente destinati a finire nelle mani di minori o di adulti impreparati al loro maneggio. I tre cinesi sono stati entrambi segnalati all”autorita” giudiziaria per detenzione e commercio di materiale esplodente in difetto della licenza di pubblica sicurezza. Il materiale sequestrato sarà avviato alla distruzione, a cura degli artificieri dell”esercito, non appena verra” disposto dall”autorita” giudiziaria. L”attivita” si inquadra nell”ambito dei dispositivi di contrasto predisposti dal Comando provinciale di Roma in occasione delle imminenti festività.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

A Vasanello ecco la sagra degli gnocchi

Torna a Vasanello uno degli appuntamenti gastronomici più attesi dell’estate in tutta la provincia e non solo: la sagra degli gnocchi co’ la rattacacio. L’evento, alla nona edizione, si terrà dal 7 al 9 luglio ed è...
civitavecchia

Operazione antimafia: arresti e sequestri record di beni e aziende per 280 milioni di...

Nelle province di Roma, Napoli, Milano e Pescara, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nel corso di una operazione condotta anche con la partecipazione dei Finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Roma, stanno...
alexia

Alexia, la regina dei Wind Summer Festival sbarca a Roma

Alexia è la vera regina musicale di questo weekend che la vedrà impegnata in una serie di eventi live tra Milano e Roma per presentare in anteprima dal vivo alcuni nuovi brani tratti dal...

Lazio, la settimana in Consiglio regionale

Proseguono i lavori del Consiglio regionale per l'esame della proposta di legge n. 365, "Disposizioni per la rigenerazione urbana e per il recupero edilizio". L’Aula è stata convocata per martedì 27 giugno 2017...
Sequestro-Polizia civitavecchia

Roma, tentano di truffare la mamma di una poliziotta: arrestati

I due truffatori di origini campane , arrestati ieri pomeriggio dalla Polizia di Stato, probabilmente non sapevano che la figlia dell’anziana vittima è un’esperta poliziotta. La truffa, sulla falsa riga dell’ormai classica tecnica del parente...