Garbatella, addio termini madre e padre a scuola: polemica

0
64

Il Consiglio del Municipio VIII avvia le procedure per cambiare la terminologia per indicare i genitori abitualmente usata nelle scuole: scatta la polemica politica. Al centro della discussione c’è la decisione di “svecchiare” termini come Madre o Padre che,  spiegano il presidente del Municipio Roma VIII, Andrea Catarci, la vice presidente e Assessora alle Politiche di Genere, Anna Rita Marocchi e il Consigliere Delegato per la Rete R.EA.D.Y, Flavio Conia, “spesso si trovano ad essere anacronistici, visto l’aumento delle famiglie allargate o con genitori omosessuali. L’intendimento – concludono – è quello di avviare con gli Istituti Scolastici locali un percorso di condivisione che porti all’aggiornamento della terminologia usata all’interno delle scuole”.

L’idea non è piaciuta a chi difende l’identità tradizionale della famiglia. Fra questi Augusto Santori, presidente di Primavera Nazionale che in una nota stigmatizza la procedura: “Vogliono distruggere la famiglia partendo anche da queste boiate pazzesche che non rispondono ad alcuna esigenza, accantonano le reali problematiche del territorio, distraggono le attenzioni e vogliono colpire il sistema tradizionale su cui si fonda Roma, di cui i propri cittadini vanno orgogliosi. Il tutto per rispondere alle smanie ideologiche di una sinistra che sul sociale perde terreno ogni giorno”.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU GARBATELLA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”59″]