Roma, minaccia il suicidio perché esasperato dai debiti

0
87
Roma, minaccia il suicidio perché esasperato dai debiti

E’ l’ennesimo caso che poteva finire in tragedia. Ha minacciato il suicidio perché esasperato dai debiti ma per fortuna, gli agenti della polizia locale di Roma Capitale, sono riusciti a farlo desistere dall’intento e a salvarlo.

L’episodio è successo questa mattina intorno alle 11.40 nel quartiere di Tor Bella Monaca dove Cristiano, un padre di famiglia esasperato dai debiti, è salito su un ponte deciso a farla finita. Il 40enne, che era munito anche di coltello, si è arrampicato sulla ringhiera, a circa 10 metri d’altezza, di uno dei passaggi pedonali che collegano le parti del complesso dove si trova il centro commerciale ”Le torri”, il Municipio e il teatro di Tor Bella Monaca, alle spalle di via Duilio Cambellotti. L’allarme è stato lanciato da alcuni passanti che hanno subito avvertito i vigili.

Sul posto è arrivato anche il 118 e l’assistente sociale che da tempo seguiva l’uomo separato e con tre figli. L’uomo, dopo circa un’ora e mezza di trattative, è stato convinto a scendere. A quanto si apprende, i motivi del gesto sarebbero legati alle gravi difficoltà economiche.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]