Centocelle, rom sgomberati dai casali abbandonati

0
123

Nuovo sgombero a Roma, riporta l’agenzia Dire. “Questa mattina l’amministrazione comunale ha dato il via libera a un nuovo intervento di Polizia– spiegano i Blocchi precari metropolitani- in due casali abbandonati nel parco di via Lombardo Romolo a Centocelle, dove una ventina di nuclei rom si erano insediati da alcuni mesi. Un’operazione di ordine pubblico per rispondere alle richieste securitarie del Municipio V”. “Anche per i rom sgomberati questa mattina- dicono ancora i Movimenti- nessuna accoglienza, ma denunce per occupazione e 5 persone portate via per accertamenti”. Ma “come i rom sgomberati due giorni fa a Casalbertone – che hanno conquistato l’accoglienza dopo una giornata di assedio sotto la pioggia all’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Roma conclusasi a mezzanotte – anche i nuclei sgomberati da Centocelle scelgono di alzare la testa e rivendicare il diritto alla casa e alla continuità scolastica, occupando il Municipio V con il sostegno di genitori e insegnanti delle scuole”.

L’associazione 21 Luglio, impegnata per i diritti delle minoranze, racconta di un altro sgombero “forzato”. Nel comunicato si legge che: 20 famiglie rom, tra cui 40 bambini tra 0 e 12 anni, vivevano nell’insediamento informale di via Belmonte Castello, nella periferia est della Capitale da circa un anno e aveva iniziato un positivo percorso di inclusione sociale nel quartiere. Associazione 21 luglio e Popica onlus, presenti durante le operazioni di sgombero, “condannano fermamente l’azione perché non rispettosa degli standard e delle garanzie procedurali previste dalla normativa internazionale”, conclude il comunicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]