Bimbo morto a Ikea: donati organi, si indaga per omicidio colposo

Domani l'autopsia. Salvati tre bambini operati stanotte a Roma, Genova e Bari

0
198
Ikea

Una piccola vita spezzata, quella del piccolo Francesco, salverà quella di tre altri bambini. I genitori di Francesco Emanuele Maria, il bambino morto dopo essersi strozzato all’Ikea con un panino,  hanno deciso di donare gli organi. Così il piccolo deceduto ieri al policlinico Gemelli all’età di tre anni dopo cinque giorni in terapia intensiva per le conseguenze di un soffocamento con un hot dog al ristorante Ikea di Porta di Roma vivrà nei corpi di tre piccoli operati stanotte a Roma, Genova e Bari. Tre gli ospedali interessati: il Bambino Gesù a Roma, dove è stato aiutato un bambino affetto da una grave patologia epatica trattabile solo con il trapianto, uno a Genova e il terzo a Bari dove hanno ricevuto aiuto due bimbi affetti da gravi malattie renali.

SALVATE TRE VITE A ROMA, GENOVA E BARI – E così è stato possibile offrire una speranza di vita a tre piccoli grazie a tre trapianti effettuati nella notte: uno a Roma, all’Ospedale Bambino Gesù, per aiutare un bambino affetto da una grave patologia epatica trattabile solo con il trapianto, gli altri due a Genova e a Bari per aiutare due bimbi affetti da gravi malattie renali. Il via libera all’espianto degli organi è arrivato dal Pm Alberto Galanti (mentre la Procura indaga per omicidio colposo e domani è prevista l’autopsia), esaudendo un piccolo grande desiderio dei genitori di Francesco, come ha spiegato una nota del Gemelli: «La generosità e l’amore di Alessia e Lorenzo – si legge – hanno permesso di oltrepassare l’indicibile dolore personale per la morte del loro unico figlio e pensare di poter aiutare con il consenso alla donazione degli organi ad altri bambini gravemente malati. E così è stato possibile offrire una speranza di vita a tre piccoli grazie a tre trapianti effettuati nella notte.
Come in tanti casi simili anche stavolta la Rete Nazionale Trapianti, coordinata da Alessandro Nanni Costa, e per il Lazio da Domenico Adorno ha consentito lo svolgimento delle complesse attività che caratterizzano la donazione e il trapianto degli organi, rendendo possibili i tre interventi salvavita.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

Roma, carabinieri bloccano stalker sotto casa dell’ex

La scorsa sera si è consumata nella zona di San Pietro l’ennesimo episodio di stalking da parte di un 23enne romano che non aveva accettato la separazione dalla ex fidanzata, che gli è però...

Porto turistico Roma, Zingaretti presenta “Un mare di sport”

Vela, atletica, scherma, minivolley, arrampicata. In tutti i fine settimana estivi, fino a fine settembre, il Porto Turistico di Roma offre i suoi ampi spazi per la pratica aperta e gratuita di diverse discipline...

Truffa del self service a Roma: la trovata di un ladro

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno eseguito il singolare arresto di un cittadino del Bangladesh di 38 anni. L’uomo, nella Capitale senza fissa dimora, si trovava nei pressi di un...

Botte e insulti alla moglie per 20 anni, arrestato a Civitavecchia

È finita, dopo 20 anni, la storia dei maltrattamenti subiti da una donna di 43 anni. Le violenze, secondo quanto denunciato dalla vittima, erano iniziate addirittura nel 1995, quando il marito l`aveva picchiata procurandole...

Roma, tornano a lavoro venti spazzatrici dell’Ama

Scattano a Roma da lunedì 24 luglio i primi 2 itinerari dedicati di pulizia con le 'Green machine', spazzatrici aspiranti a conduzione 'manuale', gia nella flotta mezzi di Ama, in grado di tirare a...