Scrive sms e uccide pedone. Caccia al pirata della Maglianella

0
94

È ancora caccia aperta al conducente della Twingo che ieri pomeriggio ha investito e ucciso un pedone in via della Maglianella. La vittima è Sergio Basso, dipendente dell’Atac.
«Gli avevo detto di venire a prendere un caffè prima di entrare in servizio, mi ha risposto che preferiva aspettarmi lì, e ora non c’è più», dice Fabio Nobile, uno dei tanti colleghi che ha soccorso Sergio poco dopo l’incidente, al Messaggero.

L’INCIDENTE –  Basso sarebbe sttao investito da un ragazzo impegnato a scrivere messaggi mentre era alla guida. Queste le prime indiscrezioni sull’incidente. Il giovane, che resta ancora da identificare, e che dovrà rispondere di omissione di soccorso e omicidio colposo, subito dopo l’incidente è fuggito via. Sul posto sono intervenuti gli agenti del XIII gruppo. «Dovrebbero vietare l’uso dei cellulari mentre si guida, non si può morire perché qualcuno – dice a denti stretti il suocero di Sergio – invece di guardare dove sta andando, giocherella con lo smartphone».

IL RICORDO DEGLI AMICI – Sergio Basso, cinquant’anni da compiere e due figli adolescenti ancora da crescere, da quattro anni lavorava per l’azienda del trasporto pubblico locale. I colleghi che ieri l’hanno soccorso, lo descrivono come un gran lavoratore. Da anni abitava a Pantan Monastero, periferia nord di Roma.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU CASALOTTI BOCCEA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”67″]