Tor Sapienza, ruba l’auto del padre e va a rapinare una prostituta

0
103

Nella tarda serata di domenica, una ragazza della Repubblica della Sierra Leone, di 24 anni, che si prostituiva nel parcheggio di un esercizio commerciale del Collatino, a Roma, ha chiesto aiuto al 112 dopo essere rimasta vittima di una rapina. La lucciola ha raccontato ai Carabinieri della stazione Roma Tor Sapienza, intervenuti sul posto, che, poco prima, un ragazzo, a bordo di un’auto, l’aveva avvicinata e dopo averla colpita al volto si era impossessato della sua borsa con i soldi, fuggendo a tutto gas.

SEGNATA LA TARGA DELL’AUTO PIRATA – La vittima ha avuto la freddezza di prendere nota della targa dell’auto e di fornirla ai militari che si sono subito messi sulle tracce dell’aggressore. L’auto non è risultata rubata, ma intestata a un signore romano, il cui figlio 24enne aveva alcuni precedenti penali. Nel frattempo, la vittima è stata portata in caserma e sottoposta a una seduta di riconoscimento fotografico: in base alla caratteristiche somatiche del rapinatore da lei fornite, le sono state mostrate decine di fotografie di persone con precedenti penali e connotati simili. Dopo alcuni minuti, la giovane ha riconosciuto, senza ombra di dubbio, il suo aggressore: si trattava proprio del figlio del proprietario dell’auto che si era allontanata subito dopo il colpo. A quel punto, i Carabinieri hanno individuato il ragazzo a casa della convivente in via dell’Acqua Bullicante. Considerati gli indizi concordanti, sentito il parere dell’autorità giudiziaria, il 24enne è stato denunciato a piede libero con l’accusa di rapina.

INCENDIO AL CAMPO NOMADI – E di prima mattina, questa volta in via di Salone, un incendio è divampato nei pressi del campo nomadi. A prendere fuoco, intorno alle 9, cumuli di spazzatura, tra cui vecchi mobili, oggetti in plastica e altri resti di vario genere, ammucchiati in fondo a una delle stradine del campo. Nessun ferito o intossicato. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco a seguito di una segnalazione. In corso di accertamento le cause del rogo, anche se non si esclude l’origine dolosa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]