Offre caffè a una ragazza e il fidanzato va su tutte le furie

0
68
Ostia Antica, i carabinieri arrestano pericoloso pregiudicato

Un 22enne romano è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina con l’accusa di violenza privata aggravata dopo aver minacciato con una pistola ad aria compressa e poi picchiato il titolare di un bar.

UN CAFFÈ OFFERTO E QUALCHE COMPLIMENTO DI TROPPO – Secondo la ricostruzione dei carabinieri il giovane si è recato nel bar di via Aquilonia, nel quartiere Casilino, ed armato di una pistola ad aria compressa ha minacciato e picchiato il titolare, un cittadino cinese di 30 anni, colpendolo al volto. A far scattare l’ira del 20enne, sempre secondo la ricostruzione dei carabinieri, sarebbe stato un caffè offerto e qualche complimento di troppo fatti alla sua fidanzata che in mattinata si era recata al bar. Ma secondo la moglie del titolare del bar non ci sarebbe stata alcuna avance nei confronti della ragazza da parte del proprietario. «È stata un’altra persona e non mio marito a offrire quel caffè – chiarisce la signora. Si tratta di una ricostruzione dei fatti totalmente sbagliata. Il giovane, armato, stava cercando il presunto colpevole e se l’è presa con il mio compagno che non c’entrava nulla».

L’INTERVENTO DEI CARABINIERI – Solo grazie all’intervento dei passanti è stato evitato il peggio. I carabinieri, grazie anche all’ausilio delle telecamere, hanno rintracciato il responsabile dell’aggressione. La vittima è stata soccorsa ed accompagnata presso l’ospedale “San Giovanni”, dove a causa delle ferite al volto ne avrà per almeno 5 giorni. Rinvenuta e sequestrata dai militari anche la pistola. Dopo l’arresto, il giovane è stato accompagnato in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.