Via Cassia maledetta, domani l’ultimo saluto a Valentina

0
610

Due morti in una settimana. La via Cassia è sempre più una via maledetta. Ieri incidente mortale all’angolo tra via Vincenzo Chieri e via Cassia. A perdere la vita un romeno di 23 anni, N.L., che con la sua auto si è schiantato contro un palo della luce. Trasportato in codice rosso all’ospedale San Filippo Neri, il giovane è morto poco dopo il ricovero. Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti gli agenti del XV gruppo Cassia della Polizia locale di Roma Capitale. In corso di accertamento le cause dell’incidente.Domani si terranno i funerali di Valentina Giannini, la diciottenne che ha perso la vita in un incidente di moto venerdì scorso.

IL RICORDO DEGLI AMICI – In questi giorni sulla via Cassia, teatro del tragico scontro, è stato un continuo pellegrinaggio di amici e parenti. In tanti hanno lasciato fiori e bigliettini accorati.

I FUNERALI – Alle 11 saranno celebrati i funerali di Valentina, nella parrocchia di Santa Chiara di piazza dei Giuochi Delfici. Il XV gruppo di polizia locale, diretto da Donatella Scafati, ha già predisposto un piano straordinario per la viabilità. È prevista infatti una grande presenza in chiesa.

LE INDAGINI E LA RICERCA DI UN TESTIMONE – Sono stati iscritti nel registro degli indagati i due motociclisti coinvolti nell’incidente stradale in cui venerdì scorso sulla via Cassia ha perso la vita la diciottenne Valentina Giannini.
La ragazza era in sella alla moto Ktm di un suo amico quando, per cause non ancora del tutto chiarite ha urtato una Fiat Panda capovolgendosi più volte fino a spezzarsi.  Si cerca un testimone che avrebbe visto l’intera scena dell’incidente. L’iscrizione nel registro degli indagati di entrambi i motociclisti è comunque un atto dovuto, da parte della procura. Tuttavia l’iter che preannuncia sarà ulteriormente doloroso per il giovane amico di Valentina

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]