Roma, truffa per 17 milioni di euro a Equitalia: otto arresti

1
157
equitalia Roma truffa

Sono 8 gli arrestati e 15 gli indagati per un danno all’erario pari a 17 milioni di euro.

L’OPERAZIONE – È questo il bilancio dell’operazione condotta del Nucleo speciale polizia valutaria della Guardia di Finanza, coordinata dal procuratore aggiunto Nello Rossi e dai sostituti Maria Francesca Loy e Stefano Rocco Fava, nell’ambito dell’indagine sulla truffa scoperta nei confronti di Equitalia.

SEQUESTRO E ARRESTI – Sono stati sequestrati, tra beni immobili e contanti, 250mila euro. I provvedimenti cautelari sono stati disposti dal gip Maria Bonaventura. Questi i nomi degli arrestati: Salvatore Fedele, funzionario Equitalia sud, che, in cambio di denaro, aveva consentito a imprenditori e professionisti di sottrarsi al pagamento di ingenti somme all’erario. Domenico Ballo, commercialista; Mauro Carlini, commercialista e consulente del lavoro; Lucio Licciardi, imprenditore; Paolo Conte, imprenditore; Antonio Conte, imprenditore.

DOMICILIARI – Ai domiciliari, invece, Vincenzo Comes, presunto prestanome di Licciardi e Conte; Luisa Musto, moglie di Fedele. Perquisite infine le abitazioni e gli uffici di
Equitalia sud del direttore regionale Lazio, Alessandro Migliaccio, e del direttore regionale Calabria, Giovanbattista Sabia.

LE INDAGINI – Le indagini, condotte dal nucleo speciale polizia valutaria, hanno fatto emergere un vero e proprio sistema truffaldino, garantito da episodi di sistematica corruzione e messa a disposizione delle pubbliche funzioni, che ha consentito scientificamente di non versare i dovuti milioni di euro nelle casse di Equitalia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUEQUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

 

1 COMMENTO

Comments are closed.