Roma, un box come “base” dello spaccio: due arresti

All'interno dall'autorimessa, in via del Casaletto, trovati diversi grammi di cocaina. In manette anche un 28enne beccato con la droga in tasca

0
323
Roma, un box come “base” dello spaccio: due arresti

Tre persone sono state arrestate nella giornata di ieri a Roma, in due diverse operazioni, dagli agenti del commissariato Esquilino per spaccio di sostanze stupefacenti.

LA PRIMA OPERAZIONE – La prima attività d’indagine ha portato gli investigatori, diretti da Agnese Cedrone, a operare nella zona di Monteverde. Seguendo gli spostamenti di alcune persone conosciute come tossicodipendenti, infatti, i poliziotti sono arrivati fino a un box di via del Casaletto, dove nel corso dei servizi di appostamento effettuati hanno notato un frequente entrare e uscire dall’autorimessa di due giovani, specialmente nelle ore serali e notturne. Nel pomeriggio è scattato il blitz. Facendo irruzione all’interno, gli agenti hanno sorpreso i due intenti a confezionare delle bustine di cocaina. Trovata all’interno una busta con 150 grammi di stupefacente, un’altra già confezionata con 10 grammi della stessa sostanza, bilancini di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento delle singole dosi, oltre a sostanza da taglio. Anche nell’auto utilizzata dai due giovani è stata rinvenuta altra cocaina già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio. P.C., di 26 anni e L.G., di 24, entrambi italiani, sono stati quindi arrestati per detenzione al fine di spaccio di stupefacenti.

LA SECONDA OPERAZIONE – Stessa sorte ha avuto C.F., 28 anni, anch’egli italiano, notato aggirarsi in piazza di Porta Maggiore. Al momento del passaggio della pattuglia, il giovane ha affrettato il passo cercando di allontanarsi in tutta fretta, destando la curiosità degli agenti che hanno deciso di accertare i motivi di tale comportamento. Poco dopo hanno avuto la conferma del fondamento dei loro sospetti. Indosso a lui, infatti, è stato rinvenuto un involucro contenente circa 6 grammi di cocaina. La successiva perquisizione effettuata presso la sua abitazione ha permesso di rinvenire, celato tra gli indumenti contenuti in una cassettiera, un altro involucro contenente lo stupefacente. Il giovane, che annovera diversi precedenti,è stato al termine arrestato. Detenzione al fine di spaccio l’accusa da cui dovrà difendersi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUEQUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...