Roma, operaio cade da balaustra: è in fin di vita

Un volo da 4 metri: 51enne in gravi condizioni

0
194

Incidente sul lavoro in un cantiere edile in zona Roma sud. Un operaio è caduto da una balaustra di una palazzina in costruzione, alta circa 4 metri, in via Hugo Pratt, in zona Mezzocammino. Sul posto polizia, vigili urbani e 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, l’uomo sarebbe grave ma cosciente. Nell’impatto ha riportato un trauma cranico.

UN’ALTRA TARGEDIA SUL LAVORO – «Se perdo il lavoro è la fine, sono disperato». Lo aveva confidato ai colleghi il giorno prima di uccidersi. Un colpo di pistola sotto il mento, un rivolo di sangue che scorre sotto la porta dei bagni della stazione della metro A Barberini. Ivan De Vitis, 42 anni, guardia giurata presso la Città di Roma Metronotte cooperativa, si è tolto la vita domenica mattina alle 6 sparandosi un colpo che gli ha trapassato il cranio. A scoprire il corpo una operatrice dell’Atac che ha visto sangue uscire dalla porta dei bagni privati usati dai vigilantes. Sul posto gli agenti del commissariato Castro Pretorio e i vigili del Fuoco che hanno sfondato la porta. La guardia giurata ha lasciato due lettere: una indirizzata al fratello, l’altra era in tasca. Ivan era disperato per la situazione lavorativa. La Città di Roma Metronotte infatti è stata coinvolta un’inchiesta della Dia che aveva comunicato alla Prefettura l’interdizione antimafia. La Prefettura di Roma a ottobre aveva quindi proceduto alla sospensione della licenza, provvedimento impugnato dalla società davanti al Tar del Lazio che ha dato ragione all’azienda e revocato la sospensione della licenza: il 26 novembre il Consiglio di Stato ha rigettato i ricorsi presentati dall’Avvocatura di Stato contro l’annullamento della revoca della licenza.

È SUCCESSO OGGI...