Stefano Cucchi fu picchiato: dalle motivazioni possibili nuove indagini

Violenza anche prima del soggiorno in carcere e in ospedale: le motivazioni della sentenza dimostrano l'incompletezza delle ricerche svolte

0
196

Stefano Cucchi è stato picchiato, anche se non si può ancora dire chi siano stati gli autori delle torture. E’ questo il terribile verdetto contenuto nelle motivazioni della sentenza della Corte di assise di appello di Roma che segue alla sentenza dello scorso 31 ottobre. Allora furono assolti i tre agenti penitenziari, i sei medici e i tre infermieri imputati. Ora le motivazioni della sentenza gelano ancora di più il sangue di chi aveva sperato nella giustizia per il giovane Stefano. E la sentenza, sebbene dica che non sono chiare le cause della morte, non può non notare che Stefano fu picchiato.

PARLA IL GARANTE – «Le motivazioni della Corte d’Appello sono, purtroppo, l’amara conferma di quello che ho denunciato fin dalle prime ore seguenti la morte di Stefano Cucchi e cioè che la verità andasse cercata anche nelle fasi precedenti la sua presa in carico da parte della Polizia Penitenziaria. Paradossalmente, però, una sentenza di assoluzione può oggi aiutarci a trovare la verità.». Lo ha detto stasera il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni commentando la sentenza.
Nelle ore immediatamente successive alla morte del giovane, il Garante inviò un esposto alla Procura della Repubblica della Capitale nella quale si chiedeva – prima ancora che fossero noti tutti i dettagli della vicenda –  di “verificare se effettivamente la mattina del 16 ottobre 2009 vi fosse stato un intervento del 118 presso la camera di sicurezza dei carabinieri che ospitava il Cucchi e di verificare chi fosse materialmente intervenuto in quella occasione e quali fossero le condizioni cliniche del detenuto al momento dell’intervento”. Indagini che dunque potevano andare in un’altra direzione e scoprire altre verità, se non “le verità” dei fatti che hanno portato alla morte di Stefano.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...

Ladispoli, in piazza Rossellini a tutta musica

Sabato 19 e domenica 20 agosto in piazza Rossellini è di scena la musica con due eventi sponsorizzati da McDonald's. Si inizia il 19 agosto con “Soundtracks”, un concerto, diretto da Franco Pierucci,  in cui...

“Rajche”, Subiaco svela le sue radici più profonde in tre giorni di festa

La città dei monasteri è pronta a svelare le sue radici più profonde. O meglio le “rajche”, come si dice nel dialetto di Subiaco, che traggono la linfa vitale da tradizioni, musiche, artigianato e...

A Passoscuro tre giorni tra musica, balli, cinema e artigianato

“L’estate sta finendo…” è il titolo della tre giorni di eventi che si terrà in Piazza Santarelli a Passoscuro venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 agosto, all’interno della cornice di “Fiumicino Estate”, la...

Tivoli, trovato cadavere carbonizzato in un camper

Macabro ritrovamento alle porte di Roma. Alle prime ore dell'alba all'altezza di via Tiburtina (SR5) 150, a Tivoli è stato rinvenuto il cadavere di un uomo carbonizzato. La scoperta è stata fatta dai Carabinieri durante...

Testaccio, turisti vittime di rapina: gli autori riconosciuti e arrestati

I Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino egiziano di 19anni, domiciliato a Guidonia, con precedenti e già sottoposto all’obbligo di firma con contestuale obbligo...