Valmontone, il lavoro non va e si suicidia

0
47

 Non sono ancora note le cause del suicidio avvenuto ieri mattina in una casa del centro abitato di Valmontone. La pista seguita dai Carabinieri di Colleferro intervenuti subito sul posto sarebbe però quella economica. Da diverso tempo, gli affari non andavano bene, a S.G., 41 anni, residente a Roma con due figli, titolare di una ditta di infissi. Poco lavoro e qualche debito, tanto è bastato per il disperato gesto. Il fatto si è consumato nella vecchia casa dei genitori, dove l’uomo si era recato con una scusa fittizia. Approfittando della distrazione dei due anziani, l’uomo ha sottratto il vecchio fucile paterno da un armadio, nascondendosi poi in un locale attiguo alla cucina. Un colpo, dritto in bocca. Erano le ore 10,00 quando la mamma ha lanciato l’allarme a un vicino. Da qui sono partite le prime chiamate al 118 e ai carabinieri. I primi soccorritori intervenuti hanno confermato la morte sul colpo.

Carmine Seta