Elezioni: vincono Pucci (centrosinistra) a Rocca Priora, Gori e Cocchi (centrodestra) rispettivamente a Monte Porzio e Nemi

0
54

 Damiano Pucci a Rocca Priora, Cinzia Cocchi a Nemi e Luciano Gori a Monte Porzio Catone. Sono loro i tre nuovi sindaci delle cittadine dei Castelli Romani che erano chiamate alle urne per rinnovare le rispettive amministrazioni. Un sindaco di centrosinistra (Pucci) e due di centrodestra (Cocchi e Gori), anche se a Monte Porzio la competizione elettorale è stata sicuramente "condizionata" dall\’assenza di Buglia, decisa, come è ormai noto, dalla sezione elettorale mandamentale. Ma andiamo con ordine e analizziamo quanto è accaduto nella tornata elettorale di sabato e domenica scorsi.

Stravince Damiano Pucci nella corsa a cinque per la poltrona di Sindaco a Palazzo Savelli a Rocca Priora. La lista civica “Viva Rocca Priora” (sostenuta da Udc, Pd, Verdi e Idv) ottiene 2634 voti contro i 1370 di Mastrella con “La Voce”, arrivata seconda con soli 5 punti di scarto sulla lista dell’ex sindaco Franco Spoto.  A seguire “Dal popolo per cambiare” di Caradonna con 991 voti e a chiudere le fila “Sinistra Unita per Rocca Priora” di Mauro Leoni con 342 voti. «Ci rimboccheremo le maniche fin da subito e apriremo alle minoranze» questo il commento a caldo del nuovo Primo Cittadino, consapevole di ereditare un mandato non facile che necessita della collaborazione di tutti. Il Paese è pronto a voltare pagina e a lasciarsi alle spalle un periodo di immobilismo e di crolli finanziari. L’alta affluenza alle urne (77%), inferiore di pochi punti percentuali rispetto all’anno precedente, ne è la testimonianza.  Alle otto di ieri sera ancora carte alla mano per sommare le preferenze e assegnare i seggi, ormai divisi tra le liste salite sul podio. Si attende ora la giornata di mercoledì per l’insediamento in cui Pucci riceverà il testimone dal Commissario Lupo.

Luciano Gori è il nuovo Sindaco di Monte Porzio Catone. La sua lista “ Viviamo Monte Porzio Catone con  2.796 voti ha ottenuto il 65,39% del totale dei votanti definitivi. Poco più della metà i voti espressi con preferenza di cui 301 al capolista Giulio Cupellini, seguono tra i più votati: Caterina Morani con 198 voti, Giuliano Imperatori con 193 voti, pari merito invece per Tiziana Giuliani e Massimo Pulcini con 146. Dopo una primo saluto nella sede di Via Verdi, Luciano Gori si appresta a formalizzare i primi atti dell’insediamento in comune. Visibilmente soddisfatto della sua vittoria riceve i saluti del comandante delle Guardie di Polizia Municipale, del comandante dell’Arma dei Carabinieri, in forza di presidio del Comune, di tutti i dipendenti comunali alla presenza del Segretario Comunale. “Siamo felici di questo traguardo- dice il neo eletto – ci impegneremo a rispondere con il nostro operato ai cittadini di Monte Porzio, con l’auspicio di condividere con l’opposizione un dialogo costruttivo”. Miro Morbidelli della lista “Noi Insieme” con 1480 voti è dunque all’opposizione. “ Siamo vincitori morali di queste elezioni, i voti espressi lo dimostrano. L’accordo con BRV? Non ha funzionato – dice amareggiato il sindaco “battuto” – lo dice il numero di schede bianche (250) e nulle (ben 827), ma noi – prosegue – i nostri voti ce li teniamo stretti. Come opposizione faremo il nostro dovere”. Da verificare la situazione legata al ricorso amministrativo della lista-Buglia: importante il numero delle schede nulle e bianche (più di mille) e anche il 10% circa di votanti in meno rispetto alle elezioni del 2004.

Cinzia Cocchi con la lista civica “Insieme per Nemi” è il nuovo sindaco di Nemi. Ha vinto con un ampio consenso: ben 622 voti, riscuotendo una percentuale di quasi il 50%. A seguire Vairo Canterani con la “Lista Civica Nemi per sempre” con 304 voti (circa il 24%), Renzo Colazza con la “Lista Civica Rinnovamento Democratico” con 263 voti (circa il 21 %) e in ultimo Carlo Galzignato con “Lista Civica Tre Lune” con 72 preferenze (circa il 6%). Solo 16 le schede bianche (1,22%) e 25 quelle nulle (1,91),  una sola la scheda contestata. In totale hanno votato 1303 persone l\’84,5% degli aventi diritto. “Grandissima vittoria – ha commentato il neo sindaco Cinzia Cocchi – che conferma l’impegno di tutta l’amministrazione che ha lavorato costantemente per 10 anni”. Cinzia Cocchi ha voluto inviare un “grazie particolare” a tutte le donne alle quali ha chiesto “complicità e sostegno”. Sicura di una “continuità nel rinnovamento” il sindaco, ex assessore alla cultura, ha garantito di non aver comunque mai smesso di lavorare.

Per ciò che concerne le elezioni europee, ai Castelli Romani, degno di merito è il risultato del Partito Democratico che ha preso quasi 10 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale. La risposta dei cittadini di Rocca di Papa, che si sono presentati alle urne nella percentuale del 60,48%, è stata positiva nei confronti del Partito Democratico (36,32%) che addirittura si è allineato al risultato del PDL (36,47%). Grande fiducia è stata espressa per candidati che, come gli onorevoli le Francesco De Angelis e Silvia Costa, si sono presentati alla cittadinanza esprimendo il proprio programma per l’Europa. Anche i Giovani Democratici, gruppo di recente costituzione, hanno portato avanti e continuano a credere nei valori democratici sui quali il PD fonda la propria fase costitutiva.

 

(hanno collaborato Michela Emili per Rocca Priora, Daniela Zannetti per Monte Porzio Catone e Maria Chiara Shanti Rai per Nemi)