Rimpasto in Regione, Renzo Carella: «La Presidenza del Consiglio all\’Udc»

0
59

 

 

Tempo di cambiamenti alla Regione Lazio. Le europee di sabato e domenica scorsi hanno assicurato un posto in Europa a tre pesi massimi del Partito Democratico del Lazio che fino ad oggi hanno occupato posizioni chiave all\’interno delle istituzioni della Regione: Francesco De Angelis, assessore dalla piccola e media impresa, Silvia Costa, titolare dell\’Istruzione e Guido Milana, presidente del Consiglio Regionale. Loro voleranno presto a Strasburgo per occupare i seggi da europarlamentari e nel Lazio resteranno vacanti tre posizioni di governo e istituzionali decisive.

Chi dovrà occuparle, onorevole Carella?

Mi permetta di fare una premessa.

Prego.

La maggioranza che governa nella nostra Regione e sostiene il presidente Piero Marrazzo, tenuto conto che a Roma e provincia il centrosinistra ha complessivamente prevalso sul centrodestra, dovrà approfittare di questo rimpasto per rappresentare le novità emerse dal voto.

Cioè?

Tanto per cominciare la grande forza dimostrata dalle province, quella di Roma in particolare. E poi sarebbe un bene che si procedesse a una apertura seria nei confronti dell\’Udc, un giusto riconoscimento a una forza con cui condividiamo il ruolo di opposizione in Parlamento e che potrebbe aiutarci a costruire una maggioranza di governo regionale ancora più ampia.

Premessa esaurita, avanza una proposta concreta?

La Presidenza del Consiglio regionale all\’Unione di Centro.

E per quanto riguarda gli assessorati? 

Credo sia giusto rafforzare la presenza della provincia di Roma nel governo della Regione. Stesso discorso per gli enti regionali che gestiscono alcuni servizi, a cominciare dai trasporti, che sono essenziali alla vita dei cittadini.

     

                                                                                                                                                                         chp