Guidonia, sequestrati 3 milioni di giochi pericolosi : 18 denunce

0
39

 Tre milioni di oggetti “tarocchi” alcuni anche pericolosi pronti per essere immessi sul mercato. Si è svolta ieri mattina al’alba  una tra le più vaste operazioni effettuate negli ultimi tempi dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma nel settore della lotta alla contraffazione,. Quella conclusa dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino Aeroporto  ha permesso di sequestrare tre milioni di giocattoli pericolosi, articoli d\’abbigliamento e prodotti elettronici con marchi di fabbrica contraffatti o riportanti falso marchio CE. Le indagini, svolte dai finanzieri di  stanza presso l\’aeroporto internazionale "Leonardo da Vinci", hanno preso l\’avvio dal sequestro, effettuato nello scorso mese di ottobre, di un magazzino di stoccaggio di merce illecita . Nell\’occasione era stato arrestato un giovane imprenditore cinese che aveva, più volte, tentato di corrompere i militari, offrendo denaro affinché omettessero di procedere al sequestro di  un ingente partita di giacconi "Moncler", "Blauer", “Woolrich" e "Peuterey" contraffatti, provenienti dalla Cina in transito dalla Grecia. L\’approfondimento dei canali utilizzati per  l\’introduzione dei falsi nel territorio nazionale ha consentito di scoprire altri imprenditori cinesi che operavano con le medesime modalità e di localizzare diciassette depositi di stoccaggio, nelle zone di Roma-Est e Guidonia Montecelio. I. blitz è scattato nelle prime ore del mattino, con perquisizioni a tappeto nei magazzini interessati, rinvenendo, abilmente occultati tra decine di migliaia di cartoni contenenti anche prodotti regolari, i colli con la merce poi sequestrata che, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 20 milioni di euro. Singolari le modalità utilizzate per aggirare i controlli doganali, tra cui spicca il caso delle scarpe per bambini che riportavano il marchio falsificato coperto da un lembo di tessuto facilmente asportabile  ma, in questo modo, assolutamente anonimo ad un primo controllo visivo. Numerosi gli illeciti contestati, che vanno dalla contraffazione dei marchi "Guess", "Breil", "Morellato", "Bulgari", " D&G", “Hello Kitty", "Winx", "Gormiti", "Dragon Ball", "Disney" e “Vero Cuoio", all\’imitazione del marchio CE finalizzata ad ingannare i consumatori sulla rispondenza dei prodotti ai parametri previsti dalle norme europee; sequestrati anche oltre 150mila  giocattoli pericolosi privi della necessaria certificazione europea di sicurezza e quindi potenzialmente dannosi per il bambini. Diciotto cittadini cinesi sono stati denunciati per importazione di prodotti contraffatti e ricettazione. L\’operazione si inquadra nell\’intensificazione dei servizi anti-abusivismo commerciale e di contrasto alla contraffazione nella Capitale, disposta dal Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Roma, Generale di Brigata Andrea De Gennaro.

                                                                                                                               Adriana Aniballi