Incidente a Vitinia : muore motociclista, investitori fuggono

0
28

Perde la vita su via Ostiense. E la sua morte scatena un inquietante giallo. Infatti gli investitori sono fuggiti e, da un controllo, il proprietario dell’automobile che lo ha colpito è risultato possedere cinquantotto auto. E’ su questo piccolo dettaglio che gli inquirenti stanno lavorando per cercare di capire chi abbia ucciso questo giovane, nuova vittima dell’asfalto del litorale. I fatti sono andati così: Vitinia, ore 9.30. Un motociclista – di 23 anni – era alla guida di uno scooter su via Ostiense. Per cause ancora in corso di accertamento da parte della polizia municipale del XIII gruppo, il mezzo si è scontrato con due automobili: una Micra e una Fiat 600. L’impatto è stato terribile. Il ragazzo ha perso subito il contatto con il manubrio ed è stato sbalzato via. Un volo terrificante, che gli è costato la vita. Ma nel frattempo, proprio subito dopo l’impatto, i passeggeri a bordo della Fiat sono fuggiti via,

senza prestare soccorso. Immediatamente sono giunte sul posto le forze dell’ordine e i sanitari del 118, ma non c\’è stato nulla da fare per il 23enne. Dopo i rilievi, però, gli agenti della polizia municipale si sono resi conto che qualcosa non andava a uno dei veicoli. Dai controlli dei vigili urbani la Fiat non è risultata rubata, ma intestata a un proprietario che però è differente dal titolare del contratto di assicurazione Rca. Quest\’ultima persona avrebbe a suo nome ben 58 polizze assicurative per altrettanti veicoli. Ed è su questo particolare dettaglio che si sta concentrando il lavoro degli investigatori, per cercare di capire non solo l’identità delle persone fuggite, ma anche la “strana” intestazione multipla dei contratti di assicurazione. Un “giallo” che le forze dell’ordine sperano di definire con l’acquisizione di ulteriori dettagli che potranno chiarirne i perché. Intanto via Ostiense si

conferma come una delle strade più pericolose di tutta la riviera della capitale, insieme alla via del Mare e alla via Pontina. Intanto nella notte tra martedì e mercoledì un trentottenne, G.A. ha perso la vita sulla via Aurelia. Era a bordo di uno scooter quando si è scontrato con un’auto guidata da una donna. Al momento dell’arrivo dei soccorritori – gli agenti della polizia municipale – era in gravi condizioni accanto all’automobile. I medici del 118 hanno cercato di rianimarlo, ma è stato impossibile. E’ morto durante il trasferimento in ospedale. La donna, invece, è stata portata in stato di choc all’ospedale San Carlo.